Martedì, 27 Luglio 2021
Cultura

Terzapagina. Caprarica racconta amori, intrighi e tradimenti alla corte inglese

Il giornalista leccese, direttore della sede Rai a Londra, presenta alle 17.30, con ingresso gratuito, e in occasione dei vent'anni di Liberrima, il suo ultimo libro e trecento anni di favola reale ne "Il romanzo dei Windsor"

LECCE - Proseguono gli appuntamenti per i vent'anni di Liberrima a Lecce. Nel pomeriggio, alle 17.30, con ingresso gratuito, la libreria ospiterà il giornalista e scrittore Antonio Caprarica con il suo ultimo libro "Il romanzo dei Windsor. Amori, intrighi e tradimenti in trecento anni di favola reale" (Sperling&Kupfer).

Se il buon nome e il successo della monarchia britannica dipendessero dalla gloria degli antenati, Elisabetta II rischierebbe di trovarsi a mal partito: nessuno infatti ha lavorato più alacremente di molti suoi predecessori per demolire l'immagine della dinastia. Seguendo a ritroso l'albero genealogico dell'attuale regina, ci si imbatte in una serie di veri campioni di dissipatezza e follia. Donnaioli incalliti ricattati dalle amanti come Edoardo VIII, che abdicò per sposare l'americana Wallis Simpson, o Edoardo VII, al quale la madre - la solida e severa regina Vittoria - indirizzava inutilmente accorati richiami al dovere.

Genitori sadici come Giorgio I, il re arrivato all'inizio del 1700 dal principato di Hannover, che sfrattò il figlio e la nuora separandoli dai loro bambini. Scialacquatori di ricchezze come Giorgio IV, in gioventù bello e raffinato quanto il principe delle favole, che per ripianare i suoi debiti fu costretto alle nozze con una donna che gli ripugnava.

Per fortuna, fra sordide guerre dinastiche e scandali di letto spuntarono anche matrimoni fortunati e figure capaci di garantire la stabilità e il successo della monarchia: come quella di Elizabeth Bowes-Lyon, l'indimenticabile Regina Madre - volontà di ferro dietro il sorriso soave che conquistò non solo il cuore del balbuziente e incerto Giorgio VI, ma anche l'affetto dell'intera nazione.

Antonio Caprarica (Lecce, 1951), giornalista e scrittore, è stato a capo delle sedi di Corrispondenza della Rai a Gerusalemme, al Cairo, a Mosca, Londra e Parigi. Dopo tre anni a Roma come direttore di Radio Uno e dei Giornale Radio Rai, dal 2010 è tornato a dirigere la sede Rai nell'amata Londra. È vincitore di prestigiosi premi di giornalismo fra i quali l'Ischia, il Fregene, il Frajese, il Val di Sole e il Barocco.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. Caprarica racconta amori, intrighi e tradimenti alla corte inglese

LeccePrima è in caricamento