Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cultura

Terzapagina. Crisi economica, presente dell’Europa e futuro delle istituzioni

Sono alcuni dei temi della rassegna "Quale Europa? Ciclo di incontri sul futuro delle istituzioni europee" che prosegue, domani, col quarto appuntamento: ospiti Andrea Conte, Emanuele Itta, Giorgio Polacchio e Giovanni Poggeschi

LECCE - Si terrà domani 7 aprile (ingresso libero), alle ore 10.30, nella sala conferenze del Rettorato dell’Università del Salento (Piazza Tancredi / Lecce) il dibattito Il Mezzogiorno nell’Europa verso il 2020. L’incontro si inserisce nella rassegna Quale Europa? Ciclo di incontri sul futuro delle istituzioni europee, organizzato dal dipartimento di Scienze giuridiche e dallo Europe Direct del Salento, a cura di Francesca Lamberti (ordinaria di Diritto Romano) ed Ubaldo Villani-Lubelli (assegnista di ricerca in Storia delle istituzioni politiche e parlamentari).

Al dibattito interverranno Andrea Conte, economista della Commissione Europea “Centro Comune di ricerca”, Emanuele Itta, economista del Movimento Federalista Europeo, Giorgio Colacchio, professore di economia politica e Giovanni Poggeschi, professore di diritto pubblico comparato. Saluti istituzionali affidati al Rettore Vicenzo Zara. Si tratta del quarto incontro dell’intero ciclo e si pone l’obiettivo di analizzare il ruolo del Mezzogiorno nell’Europa del futuro.

In una fase storica in cui l’Italia intera è particolarmente danneggiata dalla crisi economica internazionale e da alcune delle soluzioni proposte da Bruxelles, è opportuno discutere di come il Mezzogiorno possa svolgere un ruolo da protagonista nella costruzione dell’Europa dei prossimi anni durante i quali, anche grazie al programma Horizon 2020, l’Unione Europea offrirà numerose possibilità di crescita e di sviluppo. Durante il dibattito, da una parte, verranno presentate proposte e soluzioni concrete, sia economiche sia politico-istituzionali, dall’altra si presenteranno le effettive occasioni di sviluppo per il Mezzogiorno offerte dall’Unione Europea.

La rassegna intende approfondire il tema dell'Europa prendendo in considerazione tre ambiti di discussione: il ruolo del Mediterraneo, il ruolo dell'Italia, come dobbiamo pensare l'Europa del futuro e il ruolo della Germania, un Paese che più di ogni altro è al centro delle polemiche attuali.

L'intento della rassegna è duplice: in primo luogo, si propone di discutere di Europa oltre i pregiudizi e i luoghi comuni mettendo in risalto che solo valorizzando e investendo ulteriormente nel progetto europeo è possibile uscire dalla crisi economica, politico-istituzionale e culturale; in secondo luogo si intende sensibilizzare e far conoscere sia la storia delle istituzioni europee che l'attuale struttura giuridico-istituzionale dell'Unione Europea, che i risvolti di politica economica che attualmente occupano primariamente le cronache, al fine di invitare i cittadini alla più ampia partecipazione democratica in occasione delle prossime elezioni europee.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. Crisi economica, presente dell’Europa e futuro delle istituzioni

LeccePrima è in caricamento