Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

Terzapagina. Settimana Cultura: consegnato il premio "Messaggero di pace"

Si è conclusa con successo la sesta edizione della manifestazione organizzata dal Club Unesco: il riconoscimento è andato alla Comunità del Giglio per l'accoglienza ai profughi della Costa Concordia. Tanti gli ospiti dell'evento

La consegna del premio (foto di Dino Longo)

OTRANTO - Si è conclusa con successo la sesta edizione della "Settimana della Cultura", la rassegna a cura del Club Unesco di Otranto, organizzata in collaborazione con il Comune, che si è svolta nel borgo antico dal 3 all'8 agosto, con lo scopo di promuovere le tematiche della pace e del dialogo tra i popoli.

Ricco il palinsesto dell'evento, che ha visto alternarsi dibattiti sui diritti umani, presentazioni di libri, concerti e momenti di spettacolo. Numerosi gli ospiti che vi hanno preso parte: Ada Fiore, Paolo Paticchio, Ferdinando Scavran, Mino De Santis e Nandu Popu, Gianni De Blasi, I Tamburellisti di Otranto, Sergio Ortelli e Cristiano Pellegrini, Francesco Belletti, Gabriella Ottonelli, i Crifiu, gli Skua Satij, Massimo Donno, Luigi Mariano, il Laboratorio Gelsi Mori, Antonella Screti ed altri ancora.

A chiudere idealmente la manifestazione è stata la consegna del premio "Messaggero di pace", andato alla comunità del Giglio, per la speciale accoglienza umanitaria ai profughi del disastro della nave Concordia: a ritirare il premio, consegnato dal sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, il primo cittadino dell'isola, Sergio Ortelli. Come "Testimoni di pace" nei vari ambiti della vita sociale e culturale sono stati premiati Mino De Santis, Ada Fiore, Crifiu, l'associazione culturale Terra del fuoco e il giornalista scomparso nel 2010, Michele Frascaro.

Si è svolta nell'ultima serata anche la premiazione del contest fotografico "Otranto è il tuo obiettivo" lanciato sul profilo facebook del Comune di Otranto dal fotografo Dino Longo: "Un'esperienza positiva quella di quest'anno - hanno spiegato gli organizzatori - perché, ancora una volta, Otranto, porta d'Oriente, luogo di incontri e di dialogo, ha mostrato la sua identità di accoglienza ed apertura all'altro. Eventi come questo genere sono importanti per palesare lo spirito della comunità otrantina, volto all'accoglienza e alla pace e per sensibilizzare su tematiche d'attualità che guardino alla necessità di sanare i conflitti". La manifestazione è stata dedicata all'ingegnere Antonio Ruggiero, vicepresidente della Federazione nazionale dei Club Unesco, scomparso lo scorso gennaio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. Settimana Cultura: consegnato il premio "Messaggero di pace"

LeccePrima è in caricamento