Sabato, 24 Luglio 2021
Cultura

Terzapagina. Al Fondo Verri la tredicesima edizione de Le Mani e l’Ascolto

È ripartita la tradizionale rassegna, fatta di incontri a base di musica e letteratura, che si prolungherà fino al 6 gennaio 2014: presentazioni di libri ed interventi musicali in una kermesse intitolata a Vittorio Pagano

LECCE - Dal 27 dicembre è ripartita la tredicesima edizione de Le Mani e l’Ascolto, una consuetudine - dell'associazione culturale Fondo Verri Presidio del Libro di Lecce -  nel cartellone che l’amministrazione comunale di Lecce stila e promuove per le festività del Natale e del Capodanno: si tratta di una rassegna di parole e di suoni “intorno” al pianoforte, giunta alla tredicesima edizione, una maratona di ascolti che avrà luogo e pubblico nello spazio di via Santa Maria del Paradiso a Lecce, sino al 6 gennaio (ore 19.30).

Dopo la dedica che ha aperto e titola la rassegna a Vittorio Pagano (Per l'altro Vittorio. Pagano, l'irregolare), l'edizione 2013-2014 guarda in particolare alla scena degli autori e dei cantautori salentini, alla canzone, nuova frontiera della prolifica scena musicale nostrana - senza escludere la musica classica e la ricerca: ieri sera, si è esibito Raffaele Vasquez e con lui due autori Walter Spennato con il suo libro “Quanto mi dai se ti uccido?” edito da Besa e il regista Gianni De Blasi al suo esordio letterario con “Filastre”.

Domenica 29 dicembre ancora un esordio letterario, quello di Edoardo Micati, che presenta “L'isola sulla terra”, Città Futura edizioni: l'autore, leccese ha per oltre quarant’anni lavorato come rappresentante di abbigliamento in Puglia e Basilicata. Spesso gli è capitato di ascoltare fatti, avvenimenti riguardanti passato. Storie piccanti, sarcastiche, di spasso, di sdegno, divertenti, il repertorio umano è infinito e la cronaca diventa cuntu, racconto... tutte le volte che ne ascoltava una nuova, mentre era nell'auto solo con se stesso, Micati si diceva: "quando smetterò con questo lavoro scriverò un libro.....", così è stato. La musica della serata sarà quella del  “Raccattastorie” Max Vigneri accompagnato da Josh Chiriatti al piano e da Maurizio Cianfano alla chitarra.

Il 2013 del Fondo Verri si chiuderà lunedì 30 dicembre con due i libri: la controversa storia d'amore raccontata ne “Le ali del gabbiano” opera prima di Vincenzo Pisanò, Edizioni Segno e con la raccolta di racconti “Una matinée al Santalucia”, di Rocco Boccadamo, Agm edizioni. Due diversi percorsi nel sentimento, nel sentire l'altro e i luoghi che accolgono la vita, le sue attese e le sue emozioni. Le canzoni saranno quelle di due cantautori che per l'occasione si esibiranno in duo: Luigi Mariano e Francesca Romana Perrotta.

L'appuntamento di giovedì 2 gennaio avrà come oggetto due libri di Maurizio Nocera, due vere e proprie “opere editoriali” il “Profilo di don Pablo”, poema edito dalla casa editrice Tallone e “La pietra àzulum, nel cuore delle Ande" edito dalla "Léndaro G. càmiless &dizioni clandestine”. La serata che apre il 2014 vedrà la partecipazione del pittore Antonio Massari in qualità di lettore, mentre il contrappunto musicale sarà a Rocco Causo che si esibirà in “Clarinettisticamente parlando”.

Il libro“Mannaggia santa pupa”, di Danilo Siciliano edito da Lupo, aprirà la serata di venerdì 3 gennaio. A seguire l'appuntamento ormai classico con Pierpaolo Lala che con Mauro Tre, Marcello Zappatore, Alessandra Caiulo ed altri ospiti si esibirà in “Non sono un cantautore”.

"Ho premuto il tasto invio", di Daniela Sasso libro edito dalle Edizioni Adef, sarà il libro che presentato da Giorgia Salicandro aprirà la serata di sabato 4 gennaio. Le canzoni e la musica saranno quelle del recital “La calma dell'inverno” per le voci di Palmiro Durante e Ninfa Giannuzzi accompagnate dalla fisarmonica di Rocco Nigro e dalla chitarra di Emanuele Licci. L'omaggio a Taranto nei versi di Angelo Lippo aprirà la serata di domenica 5 gennaio, letture ed incursioni nell'opera del poeta e del curatore infaticabile della rivista “Portofranco”. Il libro della serata sarà “Il sognatore” di Francesco Corradduzza edizioni “L'Erudita”. Le canzoni quelle di Massimo Donno voce e chitarra, accompagnato dal flauto di Gianluca Milanese, con un repertorio tratto da “Amore e marchette”.

Si chiude lunedì 6 gennaio, con il libro: “Questa terra è la mia terra” a cura di Camillo Robertini edizioni La Toletta, presenta Massimo Melillo. La musica sarà quella del Tran(ce)formation duo con Giorgia Santoro flauti e Adolfo La Volpe. Nel corso della rassegna gli interventi di Mino De Santis e di Beppe Elia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. Al Fondo Verri la tredicesima edizione de Le Mani e l’Ascolto

LeccePrima è in caricamento