Cultura

Terzapagina. "Le lobby del Vaticano": movimenti ecclesiali e legami politici

Nel libro della giornalista Carlotta Zavattiero, un racconto dall'interno di quelle realtà che si contendono potere e prestigio nella Chiesa e che, nelle forme più integraliste, hanno esercitato il proprio influsso sulla politica

@TM News/Infophoto

“I cammini paralleli sono pericolosi! Quando ci si avventura andando oltre la dottrina e la comunità ecclesiale e non si rimane in esse, non si è uniti al Dio di Gesù Cristo”. Così Papa Francesco il 19 maggio parlava nella giornata dei movimenti ecclesiali. In "Le Lobby del Vaticano. I gruppi integralisti che frenano la rivoluzione di Papa Francesco", libro edito da Chiarelettere e scritto dalla giornalista Carlotta Zavattiero, c'è il racconto dall’interno dei principali movimenti che si contendono potere e prestigio nella Chiesa.

Non solo. Questi movimenti, di cui l’autrice traccia la storia e l’incredibile ascesa, appoggiata dal Vaticano, sono anche un’occasione per capire quanto la politica italiana sia dominata dal mondo cattolico più integralista. Gli esempi sono tantissimi. Dal premier Enrico Letta, cattolico di ferro, che appartiene all’Intergruppo per la sussidiarietà, espressione di Comunione e liberazione, ai ministri Maurizio Lupi e Mario Mauro, di Cl.

Contiguo a Cl è anche il ministro Flavio Zanonato. Paola Binetti è numeraria dell’Opus Dei; l’onorevole del Pd Maria Letizia De Torre è dei Focolari; Raffaello Vignali del Pdl è stato presidente della Compagnia delle Opere. Formigoni è memor domini di Comunione e liberazione e Raffaele Bonanni, sindacalista della Cisl, fa parte del Cammino neocatecumenale, come il ministro Graziano Delrio. La lista è lunga.

I movimenti raccontati in questo libro, insieme ai loro leader carismatici (da Marcial Maciel Degollado dei Legionari di Cristo, condannato alla damnatio memoriae per reati sessuali, a Kiko Argüello e Carmen Hernández dei Neocatecumenali), rappresentano una delle sfide più ardue per il nuovo papa. Francesco lotta per una Chiesa aperta, dalla parte dei poveri e degli ultimi, oltre ogni lobbyimage002-5. Ce la farà? Solo la storia potrà dirlo. L’importante però è conoscere, per capire. E questa preziosa inchiesta consente di farlo.

Carlotta Zavattiero, giornalista e scrittrice, collabora con il “Corriere della Sera”. È autrice di diversi libri, tra i quali ricordiamo Giorgio Perlasca. Un italiano scomodo (Chiarelettere 2010), Lo Stato bisca (2010) e Poveri padri (2012), pubblicati da Ponte alle Grazie.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. "Le lobby del Vaticano": movimenti ecclesiali e legami politici

LeccePrima è in caricamento