Giovedì, 24 Giugno 2021
Cultura

Tutti col naso all'insù: c'è l'eclissi totale di luna

Domani mercoledì 15 giugno, alle 20.30, evento speciale con l'eclissi totale di luna presso l'osservatorio di Casarano, in via Agnesi 1, nei pressi della caserma dei carabinieri

eclissi_totale_di_luna_2011

Domani mercoledì 15 giugno, alle 20.30, evento speciale con l'eclissi totale di luna presso l'osservatorio di Casarano, in via Agnesi 1, nei pressi della caserma dei carabinieri.

Ecco gli orari dell'eclissi totale di luna di mercoledì 15 giugno:

Ore 20:22 - Inizio eclissi d'ombra (la Luna entra nel cono d'ombra terrestre ed inizia ad oscurarsi, "perdendo" alcune sue sezioni);
Ore 21:22 - Inizio eclissi totale (la Luna incomincia ad assumere una leggera colorazione rossastra)
Ore 22:12 - Massimo dell'eclissi (la luna è alla fase centrale della sua colorazione rossastra);
Ore 23:02 - Fine eclissi totale (la Luna incomincia ad uscire dal cono d'ombre terrestre);
Ore 00:02 - Fine eclissi d'ombra (la Luna esca dal cono d'ombra terrestre ed mostra ancora alcune parti oscurate).

Che cos'è e quando si verifica un'eclisse di Luna?

L'eclisse è il parziale o totale occultamento di un corpo celeste da parte di un altro. L'eclisse di Luna si verifica quando il nostro satellite si trova ad attraversare il cono d'ombra causato dalla Terra, che si interpone tra il Sole e la Luna stessa. Un'eclisse di Luna può presentarsi soltanto all'epoca del Plenilunio, cioè quando la Luna si trova in opposizione rispetto al Sole.

La Terra, intercettando i raggi solari, crea un cono d'ombra. Se la Luna attraversa completamente questo cono si ha un'eclisse totale; se lo intercetta solo parzialmente si ottiene un'eclisse parziale. Poiché l'orbita lunare é inclinata di circa 5° rispetto all'orbita terrestre, non ci sarà un'eclisse a ogni Plenilunio: la fase di Luna Piena deve verificarsi con il nostro satellite in prossimità di uno dei due nodi, i punti di intersezione fra l'orbita lunare e il piano orbitale della Terra.

Se la coincidenza tra Luna Piena e punto nodale è molto buona, si ha un'eclisse totale, in cui l'intero disco lunare viene oscurato dall'ombra terrestre, altrimenti si verifica un'eclisse parziale, quando solamente una parte del disco lunare è interessata dall'ombra; nei casi peggiori si ha un'eclisse di penombra, e l'oscuramento della Luna è lieve o addirittura difficilmente percepibile. Il cono d'ombra è infatti contornato da una regione, detta di penombra, dove solo una parte dei raggi solari viene bloccata dalla Terra.

Perché si parla di "Luna rossa"?

L'atmosfera terrestre devìa i raggi solari per effetto della rifrazione, cosicché la Luna si troverà immersa in un'ombra che sarebbe molto scura se non fosse pervasa dalla luce solare diffusa. Poiché la radiazione rossa viene diffusa meno efficacemente di quella blu, la superficie lunare eclissata assumerà una colorazione rossastra.
La componente rossa del flusso luminoso proveniente dal Sole in direzione dell'atmosfera terrestre viene rifratta da quest'ultima fino ad arrivare sulla Luna. La componente blu, al contrario, viene dispersa nell'atmosfera terrestre, cosicché la Luna eclissata assume una disuniforme colorazione rossiccia.

Ecco come apparirebbe l'eclisse totale se osservata dalla Luna - in pratica, per un ipotetico osservatore posto sul nostro satellite, si verifica un'eclisse di Sole, non meno spettacolare delle nostre; si noti infatti il forte arrossamento nell'atmosfera della Terra quando questa nasconde la nostra stella: è proprio quella luce rossa che, riflessa dalla superficie lunare, rende visibile la Luna eclissata nonostante l'oscuramento dell'imponente ombra terrestre (cortesia NASA).

Info e prenotazioni per la serata al numero 328/8356836
www.astronomiacasarano.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti col naso all'insù: c'è l'eclissi totale di luna

LeccePrima è in caricamento