Mercoledì, 28 Luglio 2021
Eventi

Digital Pride al teatro romano di Lecce con Vjing, Audiovisual e mapping 3d

Entra nel clou il festival con una live performance di vjing, audiovisual e mapping 3D al teatro romano di Lecce. Tra i guest della serata anche Julien Sandre e Laura Jone

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

DIGITAL PRIDE

Festival internazionale dedicato alle arti digitali

Vjing, audiovisual e mapping 3D al Teatro Romano di Lecce per la serata conclusiva di Digital Pride. Special guests Julien Sandre e Laura Jones, per la prima volta nel Sud Italia

Sabato 1 giugno

Lecce, Teatro Romano

via Arte della Cartapesta

Ingresso: 12,50 euro in prevendita

Open doors ore 21

Info: 393/3357865

Non di sola formazione vive Digital Pride, festival internazionale dedicato alle arti digitali, promosso dalle associazioni Bad Ideas, InSynch Lab, Maker Zone, Joyfull Family Records e Seven. Dopo le lezioni in aula ospitate presso le Manifatture Knos di Lecce, la manifestazione realizzata con il contributo dell'iniziativa Laboratori dal Basso, azione della Regione Puglia cofinanziata dalla UE attraverso il PO FSE 2007 - 2013 e che vanta anche i patrocini di Assessorato al Mediterraneo Cultura e Turismo della Regione Puglia, Apulia Film Commission, Mediateca Regionale Pugliese, Comune di Lecce, Manifatture Knos, Fondazione D'Ars Oscar Signorini onlus e Milano in digitale, si caratterizza nella serata di sabato 1 giugno per una spettacolare live performance di vjing, audiovisual e 3D videomapping all'interno del Teatro Romano di Lecce. Sul palco del teatro saliranno i migliori artisti provenienti dalla scena musicale elettronica internazionale, come il francese Julien Sandre e Laura Jones (UK), considerata una delle più grandi e apprezzate produttrici del momento e che per la prima volta sbarca nel Sud Italia grazie a Digital Pride.

Inoltre produttori nazionali e pugliesi come Cristian Carpentieri e Simone Gatto, si alterneranno a visual performer del calibro di Kanaka Project, Luca Agnani, Insynch Lab, Jem The Misfits, Hermes Mangialardo, Gruppo Denso e Workshow per dare vita ad uno spettacolo lungo una notte intera, in cui musica e immagini in movimento saranno in sincrono creando così una scenografia multisensoriale mozzafiato. Tra gli artisti audio, anche Bicycle Beat, un progetto musicale nato nel 2008 che si caratterizza per l'uso di strumentazione analogica, e Limo della crew brindisina Transition Lab. A completare lo spettacolo lo screening di videomapping e vjing degli artisti che hanno risposto alle open call internazionali lanciate dall'associazione in concomitanza con il festival. Le loro opere saranno infatti proiettate sulla facciata del MUST prospiciente il teatro e valutate da una giuria di esperti che domenica 2 giugno, a seguito dell'incontro previsto all'interno delle Manifatture Knos, assegnerà al vincitore della sezione architectural mapping un assegno del valore di 500 dollari.

Ingresso a pagamento.

Infoline: 393/3357865

https://www.digitalpride.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Digital Pride al teatro romano di Lecce con Vjing, Audiovisual e mapping 3d

LeccePrima è in caricamento