“Tenendo per mano il sole” festa di riapertura de “Le Stanzie”

Appuntamento fissato per domenica, 14 giugno 2020

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

La masseria “Le Stanzie” è lieta di festeggiare la riapertura dell’attività con una festa prevista per domenica 14 giugno. Le donne e gli uomini di una delle realtà più ridenti del Salento intendono accogliere amici, turisti e salentini in un metaforico abbraccio ma che sarà ugualmente caloroso. Seguendo tutte le indicazioni e rispettando rigorosamente le direttive, si darà inizio a una nuova stagione del tutto insolita. “Tenendo per mano il sole” è il titolo scelto per una giornata ricca di attività che avrà inizio alle ore 10:00 e culminerà al tramonto.

Si tratta di una vera e propria esperienza sinestetica, un nuovo modo di percepire la natura, i sapori, gli odori, la variegata bellezza di un mondo edenico. Un momento di accoglienza precederà l’affascinante arte antica della tessitura al telaio. Ricostruendo l’eredità di Penelope si potrà non solo assistere ma anche sperimentare l’abilità di una tecnica raffinata che sembra trattenere tra le trame, tradizione e innovazione. Nell’attesa di pregustare il pranzo armati di grembiule e sano divertimento, si potrà affondare le mani nel soffice impasto di acqua e farina dando vita alla vita. Il pane è uno degli elementi più ricchi di significato nella storia dell’essere umano, la lievitazione è simbolo di rinascita, forza, speranza.

Ed è con questo auspicio che è stata ideata un’occasione speciale tradotta in un titolo, “Tenendo per mano il sole” che si rifà alla prima fiaba cucita da Maria Lai, una straordinaria artista sarda, che trasformò il cucito in una forma artistica e poetica. L’immagine evocata dal sole è quanto mai idonea per dare l’idea di un nuovo inizio, un sole che ha continuato a splendere sulla valle e sui terreni de “Le Stanzie”, nutrendoli costantemente di una forza dirompente. La stessa energia di cui tutti noi avvertiamo il bisogno per emergere dall’isolamento della quarantena ritrovandoci in un luogo propizio. Il convivio sarà possibile svolgerlo en plein air.

Varie aree della masseria saranno allestite in maniera tale da consentire un pranzo all’aperto con un cestino colmo di prelibatezze. Non mancherà la giovialità che la musica sa creare. Il ritmo dei tamburelli proromperà nella quiete della campagna esortando al ballo. La frenesia della pizzica e l’ilarità degli stornelli della musica popolare salentina sarà l’unico contagio al quale non ci si vorrà sottrarre. L’invito è quello di portare con sé il proprio strumento e condividere in maniera libera e spontanea la gaiezza della musica. Le attività proseguono nel pomeriggio.

Alle ore 17:00 sarà possibile assistere alla creazione del formaggio grazie alle conoscenze dei maestri casari che sveleranno trucchi e segreti per trasformare l’oro bianco in una morbida leccornia. La giornata termina poeticamente. Un reading letterario accompagnerà lo spettacolo del tramonto e gustando un aperitivo si saluterà il sole continuando ad afferrare quel filo invisibile teso verso l’orizzonte. Per partecipare alle attività e al pranzo è indispensabile prenotare al numero 3207728503.

Torna su
LeccePrima è in caricamento