rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Per un teatro umano / Novoli

“Doppelganger”, a Novoli lo spettacolo che dà forma all’incontro dei corpi

Sabato 1 aprile al teatro comunale la stagione di prosa e danza ospita lo spettacolo della Compagnia Abbondanza Bertoni, premio Ubu nel 2021, con l'attore con disabilità Francesco Mastrocinque e il danzatore Filippo Porro

NOVOLI - Al Teatro Comunale di Novoli prosegue "Per un teatro umano", stagione promossa da Factory Compagnia Transadriatica e Comune di Novoli con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con BlaBlaBla nell'ambito dell'articolato progetto Teatri del Nord Salento.

Sabato 1 aprile (ore 20:45 - ingresso 10/8 euro - prevendite su vivaticket.it - info e prenotazioni 3208607996 - 3403129308 - 3290474358) la Compagnia Abbondanza Bertoni torna nel Salento con "Doppelganger", Premio Ubu come Miglior spettacolo di danza 2021. Il doppio, la dualità come differenza, l’opposto che dà origine al mistero: questo lavoro parla e dà forma soprattutto all’incontro tra i corpi dei due interpreti: Francesco Mastrocinque, attore con disabilità, appartenente all'esperienza del Laboratorio Permanente di Nerval Teatro, e il danzatore Filippo Porro.

Il progetto presenta anche la “prima volta” di una collaborazione tra due nuclei artistici differenti, che si incontrano nel solco tra arte e diversità, portando reciprocamente la propria esperienza e poetica della scena che, pur nella lontananza del segno, si alimenta e sviluppa attraverso la medesima sensibilità e passione. Un ossimoro in danza, un tentativo di svelare, tra sapiente ignoranza e disarmonica bellezza, il doppio viso della sfinge: due corpi diversi che cercano sulla scena l'origine della possibilità di esistere, una dirompente vitalità e un candore disarmante, attraverso l'astrazione della realtà che diventa visione. Due corpi uguali che si riconoscono e non smettono l’abbraccio, il mandala, la cellula che li lega.

Due esseri primi, primati, ai loro primi passi; tra evoluzione e involuzione, scelgono l’inesistente “voluzione”: uno stare vicini senza l’andare. Senza il destino forzoso del crescere e del diminuire. Un percorso di gesti, sguardi; piccole, grandi tenerezze; beffardi e spietati tradimenti.  Sempre in un precario equilibrio: funamboli, sospesi tra vita e morte, tra ascesi e caduta. Nel mezzo: le loro forme, colte nella fragilità dell’inestinguibile enigma della sospensione.

Info e prenotazioni 3208607996 - 3207087223 - 3403129308

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Doppelganger”, a Novoli lo spettacolo che dà forma all’incontro dei corpi

LeccePrima è in caricamento