Mercoledì, 23 Giugno 2021
Eventi

Tradizione, creatività e musica per la festa di San Luigi dei lampioni

Dal 18 al 21 giugno, in coincidenza con il solstizio d'estate, torna l'appuntamento di Calimera. In concerto Allabua, Folkalore, Giro di banda e ospiti

CALIMERA - A Calimera dal 18 al 21 giugno la Pro Loco, in collaborazione con il Comune di Calimera e altre associazioni culturali e sportive del territorio (Ghetonìa, Kalimerìti, Asd La Mandra, Acea, 2HE – Io posso e La Lucifera), organizza la tradizionale Festa di San Luigi dei Lampioni e de lu Cuturùsciu.

La celebrazione di questa festa della luce e del fuoco, simbolo di nuova vita e di rigenerazione, avviene in concomitanza del solstizio d’estate e della festa di San Luigi Gonzaga. I lampioni che colorano le vie del paese sono costruiti secondo la tradizione degli anni sessanta, quando si sono svolte le prime edizioni di quella che era una festa rionale, con canne di legno, spago o fil di ferro e ricoperti di carta velina. Il tradizionale lumicino di fuoco al suo interno è stato sostituito, nel corso degli anni, dalle lampadine fino alle attuali luci a led.

Il calendario della Festa dei Lampioni 2016 prevede esposizioni fotografiche e artistiche per le vie della cittadina grika con la riproduzione in loop di immagini storiche del paese, ritratti di un tempo, incastonati nella comunità di oggi. Arriva alla seconda edizione il concorso  “La luce dei lampioni” organizzato dal gruppo culturale “Kalimerìti ambrò pedìa”, aperto a fotografi esperti e provetti.  Alle 21 del 19 giugno giungerà in paese “La Lucifera”, una carovana di biciclette “lampionate” organizzata dalle associazioni ViaggieMiraggi Puglia e Contropedale

Ricca l’offerta musicale: sabato 18 giugno la festa si apre con l’esibizione alle ore 22 degli Allabua, storico gruppo di musica popolare, nei giorni immediatamente successivi all’uscita del loro ultimo lavoro in studio “Salenticidio”. Il 19 giugno, alle ore 22 circa, il gruppo Folkalore si esibirà in concerto. Lunedì 20 giugno la Piazza e il palco di Calimera vedranno protagonisti i ragazzi e i musicisti della Ragtime Bubu Band in concerto.

Nella serata finale, martedì 21 giugno, alle 18.30 celebrazione della santa messa, presso la chiesetta della Madonna Addolorata in via Costantini, stradina storica adiacente alla centrale Chiesa Madre. Alle ore 19 partirà  la “Staffetta dei Lampioni”, a cura dell’associazione sportiva Asd La Mandra, lungo il suggestivo percorso delle vie del paese con partenza e arrivo in Piazza del Sole e, alla stessa ora, due eventi concomitanti: la band itinerante Zagor Street Band allieterà con la musica di strada, il Teatro dei burattini per grandi e piccini, curato dal Ghetonìa in via Costantini. Alle 22 poi, all’interno della cassa armonical'esibizione di Cesare Dell’Anna e GirodiBanda accompagnati da Antonio Castrignanò, Enzo Petrachi, Irene Lungo e Cristoforo Micheli.

La festa di San Luigi e dei Lampioni, per Francesca De Vito, sindaca di Calimera, rappresenta “l’appuntamento con l’arte e la dedizione di tanti cittadini che per mesi sono impegnati nella costruzione creativa dei lampioni sotto la guida sapiente dei maestri della Pro Loco e del Ghetonìa e che colorano le vie del paese. Quest’anno la tradizionale festa si è arricchita anche dell’estro di tante associazioni che in maniera volontaria stanno contribuendo alla realizzazione dell’evento. È da questa coralità, da questa partecipazione che nasce l'impulso per nuovi percorsi di sviluppo della nostra comunità”.

In occasione della festa di San Luigi dei Lampioni Casa Museo della Civiltà Contadina e della Cultura Grika sarà aperto dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 17alle ore 24.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tradizione, creatività e musica per la festa di San Luigi dei lampioni

LeccePrima è in caricamento