Mercoledì, 23 Giugno 2021
Eventi

“Vive le cinèma”: ad Acaya cinque giorni di proiezioni in lingua francese

Un appuntamento prestigioso con i film d'autore. Partirà dal 13 luglio, tra le piazze di Vernole e della sua frazione fortificata. Nomi illustri tra gli ospiti

Una delle pellicole proiettate ad Acaya

ACAYA (Vernole) – E’ la bellezza nella bellezza poiché alla magnificenza di Acaya si sommerà quella del cinema francese. “Vive le cinema” è il nome del festival organizzato nel piccolo borgo fortificato da Apulia Film Commission.  Cinque giorni di proiezioni, presentazioni, master class, incontri, musica: da mercoledì 13 a domenica 17 luglio, tra Vernole e Acaya, la prima rassegna dedicata alle pellicole d’Oltralpe del Sud Italia.

Ideato grazie alla direzione artistica di Alessandro Valenti, Angelo Laudisa e Brizia Minerva, il festiva ospiterà, tra gli altri, Chiara Matroianni, presidente della giuria dei lungometraggi, lo sceneggiatore Thomas Bidegain, tra gli autori del fortunato “La famiglia Bélier”  e molti altri attori, registi e produttori. Le pellicole saranno presentate e proiettate in lingua originale con sottotitoli in italiano per la prima volta nel nostro Paese. Il Festival nasce, infatti, per consolidare i legami creativi con il Sud Italia e segnare il primo passo verso un vero e proprio “patto culturale” tra la Puglia e la Francia, prima industria cinematografica europea e terza al mondo con quasi 300 film prodotti ogni anno e oltre 200 milioni di spettatori.

Il festival è sostenuto dall’Unione Europea, Regione Puglia – Assessorato all’Industria turistica e culturale, Provincia di Lecce, Comune di Vernole, Istituto di Culture Mediterranee, Castello di Acaya, Università del Salento, Puglia promozione, Ver in Oleis e Apulia film commission. Il primo appuntamento è dunque per mercoledì 13 luglio, alle 20,30, con la proiezione di “Fatima”, del regista Philippe Faucon.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Vive le cinèma”: ad Acaya cinque giorni di proiezioni in lingua francese

LeccePrima è in caricamento