Sabato, 18 Settembre 2021
Eventi

Giobbe mette a nudo i sette vizi capitali. Con sarcasmo

Arriva il 6 dicembre anche al Politeama di Lecce lo spettacolo del comico napoletano. "Seven" è un viaggio nei vizi dell'uomo moderno, visti con occhio ironico, ma anche con spunti di riflessione

Giobbe Covatta.

Arriva a Lecce, in esclusiva, il comico napoletano Giobbe Covatta. Porterà lo spettacolo "Seven", la sua ultima fatica, dai toni divertenti e sarcastici, che in un paio danni ha girato tutta l'Italia. L'occhio irriverente di Covatta, sabato 6 dicembre alle 21 presso il Teatro Politeama di Lecce, scoprirà i sette grandi vizi dell'uomo nelle sue innumerevoli sfaccettature: dalla pena descritta da Dante agli aspetti ridicoli che ogni vizio umano assume nella cultura moderna, dalla "realistica immaginazione" di paradossi interculturali alle canzoni che trasformano vizi in virtù. Sette, come i vizi capitali, quelle azioni che portano l'uomo alla perdizione, qui esaminati con ironia.

Superbia, avarizia, lussuria, ira, gola, invidia ed accidia: se la terminologia biblica è sicuramente un po' desueta nella cultura moderna, Giobbe dimostrerà che le esperienze che descrivono e che sintetizzano queste sette definizioni sono tutt'altro che desuete. Tenterà di riscrivere i vizi capitali inseriti nell'odierna cultura occidentale e di mostrare come, oggi come allora, essi siano massicciamente e frequentemente praticati. Osserverà come spesso i sette vizi siano un modo di essere, addirittura irrinunciabile o venerato dalla nostra cultura, generando spesso ridicole contraddizioni nelle quali il nostro stile di vita incorre.

Sette personaggi guideranno il pubblico in questo viaggio tra i vizi umani generando occasioni dalla travolgente comicità, ma anche, come sempre, spunti per avvicinarsi e riflettere sui grandi temi sociali del nuovo millennio. Ma sarà un viaggio anche musicale questo con Giobbe Covatta: la sua "piccola orchestra", al seguito dei viaggiatori-spettatori col compito di connotare i punti salienti dello spettacolo, in realt governata da una mano superiore che gli impone di accrescere, senza alcuna piet, la velocit del metronomo e del ritmo infernale dello spettacolo! E viene il sospetto che la mano sia proprio quella di un esordiente cantante. Prevendita: clinica dell'Accendino, via Imperatore Adriano, 31, Lecce; telefono: 0832/332624. Biglietti: poltronissime 30 euro, poltrone 25, palchi prima fila 30, palchi seconda fila 25, loggione 20.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giobbe mette a nudo i sette vizi capitali. Con sarcasmo

LeccePrima è in caricamento