Appuntamento con la tradizione di San Giovanni

Ritorna l'appuntamento con la sagra di San Giovanni in una versione 2020 riadattata a causa del covid-19.
Un rito antico, un luogo magico e spirituale perpetuato e custodito nel corso dei secoli e dal 1990 affidato alle cure del Centro di Cultura di Giuggianello.

Ricca di significato, magia e spiritualità la sagra e la festa che da sempre si svolge nei giorni della luce, del solstizio d'estate, nell'uliveto secolare della collina del Mito di Ercole li proprio dove Aristotele narra della battaglia fra i giganti, li dove maestosi blocchi di pietra vegliano fin dalla notte dei tempi i pastorelli trasformati in albero d'ulivo dalle ninfe, solo per il fatto di averle sfidate nell'arte della danza.

Li dove i monaci bizantini, attraversando l'adriatico, scelsero di ricavare dal tenero banco roccioso posto a 120 metri sul livello del mare, una crip-ta dedicata al culto di San Giovanni che, tramandato da generazione in generazione, ancora oggi vive e racconta della nostra storia, delle nostre radici che gli antichi hanno impresso e trasmesso alla ricerca di un bene comune, di un propizio evento.

Tra l'odore di iperico, salvia, rosmarino e macchia mediterranea bagnati dalla magica rugiada. La notte ha reso le piante magiche sotto il benevolo sguardo di San Giovanni. Da secoli, nel Salento, si tramanda la magia della notte catturata dalla rugiada che si posa sulle erbe, sui prati e sui fiori selvatici. Magia racchiusa in tante piccole gocce d'acqua pronte ad essere utilizzate come balsamo rigenerante e fertilizzante su tutto il corpo, per debellare ogni male e dare nuova forza ed energia.

IL PROGRAMMA
Appuntamento il 25 giugno alle ore 19:00 presso la cripta (S.P. Giuggianello-Palmariggi), con la Santa Messa celebrata da Don Gino Bortone sul prato antistante la cripta. Prima e dopo la funzione religiosa le note bandistiche riecheggeranno tra la macchia mediterranea in uno scenario inedito ed originale.
Dalle 21:00 con HYPERICUM si andrà alla scoperta del giardino megalitico più bello di Puglia, parlando di archeologia, storia, cultura e leggende tra i profumi tipici delle erbe giovannee e della macchia mediterranea. Per partecipare all'evento è necessario prenotarsi al 3285756332.

l luogo suggestivo e rurale di Monte San Giovanni quest'anno è oggetto di una rigenerazione arborea: quando gli altri procedono ad una triste eradicazione degli alberi d'ulivo affetti da xylella impoverendo natura e paesaggio, noi abbiamo deciso di investire nella messa a dimora di nuove piante per riportare a nuova vita un contesto rurale unico tristemente impoverito.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Sagre, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Otràntu": il videoclip di Anna Sabato

    • Gratis
    • dal 5 aprile al 31 dicembre 2021
    • https://youtu.be/lNJwqaGv7tA
  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • “I mestieri del cinema” nell’Istituto Tecnico Antonietta De Pace

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 28 maggio 2021
    • Istituto Tecnico Professionale Antonietta De Pace
  • L'emeroteca storica salentina nella biblioteca di Lecce

    • Gratis
    • dal 6 al 30 aprile 2021
    • Biblioteca “Nicola Bernardini”
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    LeccePrima è in caricamento