Martedì, 28 Settembre 2021
Eventi Guagnano

Giuliano Dottori, live acustico del suo nuovo album

In programma per venerdì 15 gennaio, presso il Museo del Negroamaro, una tappa del "Temporali e Rivoluzioni Tour", un mix di rock, acustico e psichedelica, concentrato nel nuovo lavoro discografico

GUAGNANO - "Basta leggere i versi delle dieci canzoni per annusare nel lavoro di Giuliano Dottori l'assenza della banalità. Al suo secondo disco da solista, il cantautore intreccia ballate morbide nel suono, quanto amare nel messaggio a brani più "cattivi". Sono queste le parole con cui la rivista Gioia ha recensito "Temporali e Rivoluzioni", il nuovo album di Giuliano Dottori, uscito il 6 novembre 2009 per Via Audio Records e distribuito da Venus Distribuzione.

L'artista, nato a Montréal, in Canada, ma milanese d'adozione, vanta un curriculum da chitarrista denso di collaborazioni importanti, tra cui Atleticodefina (per gli album "Atleticodefina" e "Tutti amano tutti", e relativi tour), Alessandro Raina (per il tour di "Nema Fictizione"), Barbara Cavaleri (per il promo tour di "Ad un passo dal sogno"). Ha inoltre coprodotto l'ep e il disco d'esordio di Daniele Tenca ("Non funziona" e "Guarda il sole") e attualmente suona con gli Amor Fou. Nel 2007, inoltre, ha esordito come cantautore, con l'album Lucida, che ha ottenuto un eccellente riscontro di critica e pubblico, definito dal Rolling Stone Magazine "un esordio toccante", portandolo a suonare in più di cinquanta concerti in tutta Italia. Da tre anni è anche direttore artistico del Festival Musica Distesa, che si tiene a giugno in provincia di Ancona e ospita ogni anno i nomi più interessanti del panorama underground italiano.

Il nuovo disco, Temporali e Rivoluzioni, è il suo secondo lavoro da solista, registrato alle Officine Meccaniche di Mauro Pagani, con la produzione artistica di Giovanni Ferrario, che ha collaborato con artisti del calibro di John Parish, P.J. Harvey e Morgan. E' un piccolo scrigno fatto di ballate tiepide e brani più rabbiosi, arpeggi preziosi ma anche virate psichedeliche, atmosfere come brezze morbide, arrangiamenti magistralmente cuciti addosso a dieci tracce che colpiscono ognuna per la propria soffice aristocrazia sonora. Ma al centro rimane sempre la canzone, con testi amari e a tratti disincantati, che toccano l'Io e il sempre più difficile mondo che sta fuori.

E' un disco morbido e reattivo al tempo stesso, decisamente più aperto e maturo dell'esordio, un lavoro sulle crisi contemporanee, interiori e intimiste (il brano Chiudi l'emergenza nello specchio), ma anche sociali (come in Inno nazionale del mio isolato) e sulla ricerca di un rinnovamento che sembra impossibile trovare.

Parallelamente all'uscita del disco, è partito il nuovo "Temporali e Rivoluzioni Tour", che lo ha già portato in trenta città italiane, e che conta ancora molte tappe. Venerdì 15 gennaio 2010 sarà a Guagnano, presso il Museo del Negroamaro, in via Castello 19. Il live acustico avrà inizio alle ore 22, ingresso gratuito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuliano Dottori, live acustico del suo nuovo album

LeccePrima è in caricamento