Grande sfilata del Carnevale della Grecìa salentina e martignanese

Torna con il consueto carico di tradizione ed entusiasmo a Martignano (Le), in Puglia, il Carnevale della Grecìa Salentina e Martignanese, con una edizione che continua a portare nel clima carnevalesco i temi della solidarietà, della cooperazione internazionale, dei diritti civili, della lotta contro ogni forma di violenza, della accessibilità, della integrazione multiculturale, della eco-sostenibilità.

Grazie al lavoro del Coordinamento del Carnevale (Pro Loco di Martignano, Associazione Salento Griko, Gruppo Donatori Fratres Martignano) guidato dal Comune di Martignano, il sostegno fattivo di alcune Associazioni del territorio (Club Salento Giallorosso e Gruppo Amici te lu Paulinu), la collaborazione progettuale del Parco Turistico Culturale Palmieri, e la partecipazione attiva dell’Istituto Comprensivo di Calimera-Martignano-Caprarica, l’edizione 2019 vede marcare i temi dei diritti civili e della cooperazione internazionale, con un messaggio forte a favore del diritto alla felicità, della partecipazione libera e democratica, della pace nel mondo, oltre che rafforzare il legame con le tematiche sociali, multiculturali e ambientali. Un Carnevale accessibile aperto alla partecipazione delle persone diversamente abili, interculturale grazie al coinvolgimento degli ospiti immigrati dei centri Sprar del territorio, e green grazie alle azioni del progetto “Martignano, Comunità eco-sostenibile”.

L’edizione 2019 vede uno straordinario investimento sul trasferimento di competenze artistico/artigianali rivolte alla comunità, unito ad una forte azione di dialogo intergenerazionale che vede nello spazio condiviso della “Sartoria popolare”, una vera e propria casa del Carnevale Griko, ubicata presso il Centro polivalente Kfar Matta, in Piazza della Repubblica, nata con l’obiettivo di trasferire competenze artistiche e artigianali, di far interagire le diverse generazioni della comunità; di creare un luogo che sia percepito come la casa del Carnevale, con una libera e democratica fruizione.

I lavori preparatori al Carnevale hanno visto la realizzazione a favore di utenti diversi della comunità di 3 laboratori per la realizzazione di maschere in cartapesta, in cartone e in stoffa, frutto della collaborazione con artisti nazionali e internazionali, all’interno del progetto Pròsopo Poject, curato dalla Compagnia Teatrale Neamera e dalla Cooperativa sociale Open di Parco Palmieri, che mette al centro, con una rete internazionale, della quale fanno parte il Coordinamento del Carnevale, le Scuole e le istituzioni locali, lo studio e la ricerca attorno all’uso delle maschere.

Un altro asse portante dell’edizione 2019 è quello del recupero della memoria storica del Carnevale e della partecipazione libera e gratuita, che vedrà il riuso di abiti delle passate edizioni messi a disposizione gratuitamente agli avventori della sfilata del carnevale griko. Un modo per ripercorrere le emozioni di un carnevale che si affaccia ai 40 anni di edizioni e di ricordare il diritto di tutti alla felicità.

Il Carnevale della Grecìa Salentina e Martignanese si conferma dunque una manifestazione collettiva che coinvolge le comunità dell’area grika del Salento e dei territori limitrofi, aperta alla partecipazione, libera e gratuita, di carri allegorici, gruppi mascherati, maschere singole. Finalizzato alla conservazione dell’identità culturale e linguistica dell’area in cui si svolge e a favorire lo scambio e l'integrazione culturale e sociale, l’evento vanta una tradizione di ben 39 anni come Carnevale Popolare Martignanese e di 33 anni come Carnevale della Grecìa Salentina; inoltre da ormai 29 anni la Morte te lu Paulinu rappresenta la tradizionale lettura ironica e grottesca che chiude i “riti” carnascialeschi.

Un programma ricco di iniziative (dal Carnevale dei Piccoli alla Pentolaccia) che vede nella Sfilata di Domenica 3 marzo 2019 e nella Morte te lu Paulinu del martedì 5 marzo 2019 gli eventi più attesi del periodo carnevalesco griko.

GRANDE SFILATA DI CARRI ALLEGORICI E GRUPPI MASCHERATI
Domenica 3 Marzo 2019 – Raduno ore 14.00
Partenza dalle ore 15.00
Da Largo Calvario a Via Roma fino a Piazza della Repubblica

Domenica 3 marzo 2019 l’apertura della tradizionale Sfilata di carri allegorici e Gruppi mascherati sarà affidata, come ormai da tradizione, alle coreografie, i colori e gli splendidi costumi degli Sbandieratori e Musici Città di Oria. Con loro l’entusiasmo, l’allegria, la fantasia, di migliaia di persone in parata, impegnate, con carri allegorici e gruppi mascherati, a contendersi i premi del Carnevale.

PREMI CARRI ALLEGORICI
1° CLASSIFICATO 800,00 + Opera artistica creata dalla Sartoria Popolare
2° CLASSIFICATO 600,00
3° CLASSIFICATO 400,00

PREMI GRUPPI MASCHERATI
1° CLASSIFICATO 600,00 + Opera artistica creata dalla Sartoria Popolare
2° CLASSIFICATO 500,00
3° CLASSIFICATO 400,00
4° CLASSIFICATO 300,00 5° CLASSIFICATO 200,00 6° CLASSIFICATO 100,00

I ricchi premi saranno assegnati da una qualificata Giuria composta ogni anno da rappresentanti del mondo dei diritti civili, della solidarietà, dell’artigianalità, della cultura, del giornalismo, del sociale, dell’accoglienza, delle istituzioni, della tutela ambientale, che premieranno la qualità, ma anche l’entusiasmo e l’impegno civico, dei partecipanti alla sfilata. Fanno parte della giuria:
Anna Cinzia Villani, musicista, Azzurra De Razza, giornalista, Salvatore Tommasi, esperto di lingua e cultura grika, Simone Franco, attore, il Presidente dell’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e Presidente di Borghi Autentici d’Italia Ivan Stomeo.
Il Carnevale, in omaggio all’artista martignanese Nico Rizzo, ha assunto come logo ufficiale del Carnevale un bellissimo “arlecchino” creato per una edizione trascorsa dal poliedrico artista salentino, recentemente scomparso.
Da sei edizioni il Coordinamento del Carnevale della Grecìa Salentina e Martignanese coinvolge artisti e artigiani per dare una interpretazione originale e soggettiva della maschera/logo del Carnevale, un omaggio all’artista martignanese scomparso, ma soprattutto un modo per legare in maniera indissolubile il carnevale alla creatività, alla sensibilità artistica di autori e creativi salentini. L’edizione 2019 vede la creazione di un’opera artistica a cura della Sartoria Popolare del Carnevale Griko, frutto di un percorso che premia le capacità della comunità di esprimere arte e passione per il Carnevale. Un modo per legare ancora di più la comunità ai migliaia di figuranti che sfileranno.
La Sfilata sarà ancora una volta più inclusiva sul tema dell’accessibilità. Viene infatti confermato l’allestimento di un’area ad hoc con ingresso e assistenza riservati ad un target di diversamente abili. Inoltre, grazie al partenariato con l’Ente Nazionale Sordi di Lecce, un interprete LIS commenterà dal palco della giuria il passaggio dei carri e gruppi per tutta la sfilata e la relativa premiazione. A conclusione della sfilata, su Piazza della Repubblica, le performance degli Sbandieratori e Musici di Oria, faranno da preludio alle premiazioni della grande sfilata.

LA MORTE TE LU PAULINU CAZZASASSI
Martedì 5 Marzo 2019
Dalle ore 18.30 – Piazza della Repubblica
Il giorno del Martedì grasso torna come sempre La Morte de lu Paulinu Cazzasassi l’evento che condensa lo spirito del Carnevale Griko e lo espia in un rito di trapasso dall’opulenza alla penitenza ed al raccoglimento spirituale. Ma quanta allegria, quanta ironia, nella morte de lu Paulinu; rivivono le atmosfere delle feste medievali di "Inversione" dei ruoli sociali quando ai contadini era concesso dire tutto ciò che pensavano dei loro padroni; e delle feste romane denominate "Pasquinate", quando sulla statua di Pasquino (dal nome di un sarto o forse di un barbiere che parlava male dei papi e cardinali) venivano affissi biglietti di invettiva contro i potenti e i clericali.
Rivive con lu Paulinu la pratica, lontana, medievale presente nelle composizioni satiriche che venivano recitate e cantate in occasione delle feste più importanti del calendario, in particolare carnevale, che è quella dei testamenti di animali, in particolare maiali e asini, ma anche lupi o tacchini, che preludono all’uccisione sacrificale o più semplicemente alla morte degli animali che rappresentano il Carnevale giunto al limite dei suoi giorni mentre incombe la Quaresima. Dalla mattina alla sera l’intera comunità di Martignano sarà coinvolta con i riti funebri; il clou della manifestazione si terrà dalle 18.30 con il tradizionale corteo funebre e la veglia Chiangimorti, alle 19.30 lo spettacolo teatrale in vernacolo e la lettura del testamento; a seguire il tradizionale Consulu, (ore 20.30 circa), e il rogo dell’amato Paulinu.
Il tutto condito da simpatia, gastronomia e tanta irriverenza!

INFO
INFO POINT di Parco Palmieri
Tel. 389 5544424 - info@parcopalmieri.it
www.carnevaldellagreciasalentina.it
www.comune.martignano.le.it

Facebook:
https://www.facebook.com/CarnevaledellaGreciaSalentina/
https://www.facebook.com/mortetelupaulinu/
https://www.facebook.com/parcopalmieri/
https://www.facebook.com/prosopoproject/

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Torna a Lecce il festival “Conversazioni sul futuro”

    • Gratis
    • dal 24 al 27 ottobre 2019
    • Officine Cantelmo
  • Torna "Conversazioni sul futuro" a Lecce

    • Gratis
    • dal 24 al 27 ottobre 2019
    • Officine Cantelmo
  • "Nastro rosa": campagna per la prevenzione del tumore al seno

    • Gratis
    • 27 ottobre 2019
    • Centro Storico

I più visti

  • Sagra del "porcu meu"

    • Gratis
    • dal 19 al 20 ottobre 2019
  • Visite guidate nel Parco Archeologico di Rudiae a Lecce

    • dal 15 luglio al 30 ottobre 2019
    • Parco archeologico Rudiae
  • "Lampante. Gallipoli città dell'Olio" al Castello di Gallipoli

    • dal 24 aprile al 3 novembre 2019
    • Castello
  • Salento on stage: danza

    • Gratis
    • dal 8 ottobre al 25 novembre 2019
    • Gold’s Gym di Carlo Parisi
Torna su
LeccePrima è in caricamento