rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Eventi

Haiducii in tour a Santa Cesarea terme: le dichiarazioni della cantante

La seconda data ufficiale del suo tour si è tenuta sabato scorso, 2 luglio, al Malè di Santa Cesarea Terme

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

SANTA CESAREA TERME - La data zero dei concerti live della famosa cantante Haiducii si è tenuta a Carbonia in Sardegna l’11 giugno scorso nel corso di un importante evento pubblico, a cui ha preso parte anche Valeria Marini, che è stato presentato dall’artista e musicista Giuliano Marongiu. Sabato 25 giugno la famosa cantante rumena naturalizzata italiana Paula Monica Mitrache si è esibita per la prima tappa ufficiale del suo nuovo tour presso la discoteca Il Trappeto a Monopoli, in Puglia, dove ha dato il via ai festeggiamenti per i 18 anni della sua hit internazionale evergreen Dragostea Din Tei. La seconda data ufficiale si è tenuta sabato scorso, 2 luglio, al Malè di Santa Cesarea Terme. Oltre 3mila fan hanno accolto con grande gioia, festa ed entusiasmo Haiducii, intonando le parole della sua hit internazionale Dragostea Din Tei ben prima che salisse sul palco. Una magia davvero unica e indescrivibile che ha emozionato anche la stessa artista. Sempre sabato scorso si sono esibite al Malè oltre ad Haiducii anche altre due star della dance music: Nathalie Aarts dei The Soundlovers e Miranda. «Una serata piena di emozioni – dichiara Haiducii -, colleghe fantastiche e pubblico incantevole. Adoro scendere tra loro per guardarli negli occhi, memorizzare i loro sguardi felici ed emozionarmi, anche perché la nostra vita si riempie d'amore guardandoci negli occhi con sincerità. Non vi nascondo che questa volta cercavo lo sguardo della persona che amo e che era affianco a me, preso dalle riprese, mio marito Miky Falcicchio, tutto pugliese anche se sembra un norvegese». «Non c'è due senza tre – procede l’artista -, così recita un proverbio italiano e io sarei felicissima di tornare per la terza e quarta volta al Malè. Cantare a squarciagola insieme a chi ama la musica mi riempie il cuore d'amore. Al Malè si respira un’aria di rispetto verso l'artista, la musica e l'arte. L'artefice è Sandro Toffi, un pezzo di storia per la sua esperienza e cultura musicale. Del Salento sono innamorata perdutamente – conclude - per la bellezza della madre terra e per la storia, l’architettura e l'ospitalità fuori dal comune». Gli scatti sono stati realizzati dal fotografo ufficiale del Malè, Donato Miccoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Haiducii in tour a Santa Cesarea terme: le dichiarazioni della cantante

LeccePrima è in caricamento