Il salentino Jahmaikol presenta "Fight your Babylon", il suo primo album in studio

Otto tracce che spaziano dal reggae al rap con la partecipazione dei migliori musicisti e cantanti salentini e non

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

E' uscito "Fight your babylon", il primo album del giovane salentino Jahmaikol.

Fight your babylon è un disco energico e riflessivo, un lavoro accurato da parte dell' artista che ci regala 8 tracce finemente lavorate, frutto di un percorso musicale che parte da una grande passione per la musica black e dal suo piccolo studio casalingo.

Dopo qualche singolo "home-made" e la partecipazione alla compilation "Come back again riddim" con il pezzo "B-boy e Sound-boy" insieme al rapper Febbo, Jahmaikol presenta al pubblico un album dal suono moderno e dalle ritmiche contaminate che spaziano dal reggae al rap passando per la dancehall, restando però lontano dalla degenerazione elettronica degli ultimi anni preferendo un aspetto più "conscious".

Una profonda ricerca nella qualità del suono, i testi mai banali, la voce potente e graffiante di Jahmaikol sono le caratteristiche principali di questo lavoro, che vede al suo interno la partecipazione dei migliori musicisti salentini e non solo incontrati negli anni dall' artista lungo il suo percorso di crescita, da Gabriele Blandini, Papa Leu, Leo Klaus, Luigi Miacola, Republika Mod, Adriano Sure, Daniele Papadia, Davide Corsano, Matteo Manni, Corrado productions fino a Salvatore Js Angelè e la sua Better days records.

E' nella collaborazione al microfono che però Jahmaikol dimostra quanto sia versatile e quanto riesca a intersecare la sua voce con quella di colleghi dalle diverse caratteristiche.

A cominciare dalla traccia che dà il titolo all' album, appunto Fight your babylon, che vede la collaborazione di Terron Fabio (Sud Sound System), il rapper cremonese di origine campana Febbo ed il singer giamaicano Raymond Wright, un pezzo a quattro voci che si alternano con grande armonia in un crescendo che porta la canzone ad essere la più esplosiva di tutto il lavoro.

Altro pezzo energico "Me presentu", impreziosito dalla presenza di Febbo e del giovane cantante bresciano Galup, seguito dal raggamuffin di "Quandu te isciu" insieme a Marta De Giuseppe e dalla radiofonica "Se non sei qui" con l' inconfodibile voce di Puccia degli Après la Classe.

All' interno del lavoro sono degne di nota anche la riflessiva "Ho l' abitudine" sul tema delle droghe, la ballata "Call me on the phone" e la spensieratezza del brano "Cartoon vs. Anime", che rendono Fight your babylon uno degli album più riusciti di questo 2016 e proiettano Jahmaikol come una delle voci più interessanti nel panorama black italiano.

Bless

Enrico Primiceri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento