Mercoledì, 16 Giugno 2021
Eventi

Realtà aumentata e itinerari turistici interattivi. Al via l’incontro conclusivo del “Dicet”

Si svolgerà nel pomeriggio di sabato, presso la sala convegni del seminario diocesano di Lecce, in piazza Duomo, il meeting di chiusura del corso di formazione: hanno partecipato esperti in diagnostica dei beni culturali, ricercatori di alcune università e professionisti del settore turistico. Numerosi i relatori e i docenti che prenderanno parte al convegno

L'Anfitetaro romano in 3D

LECCE  - Si conclude con un meeting  il progetto di formazione “DiCet: living lab di cultura e tecnologia”. L’appuntamento è previsto per sabato pomeriggio, a partire dalle 17, presso la sala convegni del Seminario diocesano di Lecce, in piazza Duomo.  Il progetto DiCet ha l'obiettivo di creare una piattaforma che inneschi processi di sviluppo sostenibile per una città intelligente, basata sulla diffusione della conoscenza e su un modello innovativo per l'utilizzo e la valorizzazione corretta del patrimonio culturale.

Partendo però sempre dal territorio, ma assumendo una prospettiva sempre più globale, per un modello partecipativo, interattivo, 2.0, in un percorso orientato alla valorizzazione dei beni culturali, nonché alla promozione e commercializzazione dell'offerta turistica. Il LivingLab è un laboratorio aperto e in continua crescita, che si arricchisce dei contenuti e delle applicazioni digitali di coloro che, in modo costruttivo e creativo daranno un contributo alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio culturale del Salento. I servizi coinvolgono tutti gli attori di un sistema orientato verso la cultura ed il turismo intelligente.

Al centro dell’iniziativa, le tecnologie d'eccellenza: dai video in 3D stereoscopici realizzati dall'equipe coordinata da Francesco Gabellone del Cnr Ibam di Lecce – Istituto diretto da Daniele Malfitana – con Ivan Ferrari, Francesco Giuri e Maria Chiffi, che permettono di immergersi all'interno delle ricostruzioni dei monumenti di età romana, per arrivare alle App di realtà aumentata, a sistemi innovativi di Serius Game (giochi interattivi per apprendere) realizzati da Unisalento, app su mobile sviluppate da Engeneering e dagli altri partner del progetto, un tavolo multitouch che, grazie ai contenuti del Laboratorio di Topografia antica dell'Ibam di Lecce e del dipartimento di Beni Culturali dell'Università del Salento, consente la navigazione interattiva attraverso  tutte le fasi soriche della città dall'epoca messapica alla prima metà del Novecento.

All’incontro conclusivo saranno presenti il moderatore Lucio Calcagnile, professore di Fisica applicata dell’Università del Salento, Alessandro Delli Noci, assessore all'Innovazione della Città di Lecce, Mario Lombardo, direttore del Dipartimento di Beni culturali, Università del Salento. Tra gli altri  anche Luca Mainetti, responsabile del progetto Dicet Ricerca, Giuseppe Maruccio, delegato del rettore per la Ricerca, Gianluca Quarta, presidente del Corso di laurea in Diagnostica dei beni culturali, Carmine Lubritto, della Seconda Università di Napoli, Gaia Marnetto e Murizio Quagliolo rispettivamente, coordinatrice e segretario generale di “Herity international”. Infine, saranno anche presenti tutti gli allievi del progetto “DiCet” e l’assessore regionale alla Formazione, Sebastiano Leo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Realtà aumentata e itinerari turistici interattivi. Al via l’incontro conclusivo del “Dicet”

LeccePrima è in caricamento