Eventi

Undicesima edizione di Indiefest: sul palco quattro band, chiudono i Soviet Soviet

Undicesima edizione del festival di musica indipendente. Appuntamento nei giardini della Manifatture Knos il 24 settembre. Concerti a partire dalle 21

I Soviet Soviet

LECCE – Saranno i Soviet Soviet a chiudere Indiefest, il festival musicale promosso da Unreal Movement in collaborazione con le Manifatture Knos, nei cui giardini si svolgeranno i concerti, sabato 24 a partire dalle 21.

L’appuntamento, giunto alla sua undicesima edizione, tiene fede allo spirito che da sempre anima il festival: dare voce, attraverso eventi dedicati, al ricchissimo circuito musicale indipendente locale e nazionale, creando spazio per la musica suonata dal vivo e per quei talenti che spesso nel nostro territorio faticano a trovare un’adeguata vetrina dove potersi esibire, anche a causa della mancanza di strutture idonee ad accogliere la musica nella sua forma più naturale,  il live.

Ad aprire lo spettacolo saranno i Fading Rain, band dalle influenze post-punk e new wave tipiche degli anni’80, nata a Brindisi nel 2013, dall’incontro tra il bassista Marco Locorotondo e il chitarrista James Lamarina. A completare la formazione l’arrivo del batterista Tristano Cannoletta, nell’aprile 2013, e del cantante Pierpaolo Romanelli nel marzo successivo. Nel 2015 pubblicano il loro primo EP, “Winter Ballads”.

Seguiranno sul palco i leccesi Bistouries, Andrea Cataldo (voce e chitarra), Giuseppe Manta (chitarra e voce) Emanuele Ingrosso (basso e voce) e Marco Scianocca (batteria e voce). Formatisi nel 2014, nell’ottobre dello stesso anno attirano l’attenzione dell’etichetta discografica White Zoo Records, che li sceglie per aprire la prima edizione del “White Zoo Fest” e che pubblicherà il loro singolo di debutto. Il loro sound é una geniale miscela di british punk ‘77, power pop americano, mod revival e jangle guitar pop.

Sarà poi il turno dei casertani Gomma. Il progetto è nato nei primi mesi del 2016, da Matteo, Paolo, Giovanni e Ilaria e come filo conduttore hanno proprio la provincia che li ha fatti incontrare. Come loro stessi dichiarano, hanno deciso di passare male la vecchiaia e spaccarsi la schiena suonando gli sembrava la cosa migliore da fare nel frattempo. Quello che suonano è il loro foglio illustrativo.

A chiudere i live del festival saranno gli attesissimi Soviet Soviet, gruppo alternative rock: nascono nel 2008 a Pesaro e sono formati da Andrea Giometti (voce e basso), Alessandro Costantini (chitarra) e Alessandro Ferri (batteria). Cominciano a guadagnare notorietà nel 2009 con una manciata di singoli autoprodotti e un lungo tour, che porterà alla pubblicazione dei lavori Summer, Jesus e Nice e in seguito del primo album in studio Fate, uscito l’11 novembre 2013 sull’etichetta americana Felte. Post-punk potrebbe essere un facile aggettivo da attribuire al genere dei Soviet Soviet, ma la band cerca di incanalarsi anche verso orizzonti come la coldwave e l’art-punk, sfuggendo alle definizioni più stringenti per cercare di creare un sound fresco e al contempo ricercato.

Prima e dopo i live la serata sarà animata dai dj set di Ennio C. , Radio Flo e Sorge. Durante il festival ci sarà anche spazio per collezionisti e artigiani, grazie a Salento Market Street. Un appuntamento imperdibile per chi ama girare tra scatoloni pieni di vinile, banchetti con libri, modernariato, usato, vestiti, vintage. La partecipazione è su prenotazione. Info e prenotazione spazi espositivi: salentostreetmarket@gmail.com

* Apertura ore 18, inizio concerti ore 21 (3 euro). Per maggiori informazioni Tel. +393406124137 ; mail: info@indiefest.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Undicesima edizione di Indiefest: sul palco quattro band, chiudono i Soviet Soviet

LeccePrima è in caricamento