Eventi

La compagnia Koreja varca l'Oceano e arriva in Bolivia

Il gruppo teatrale porterà lo spettacolo "Via", dedicato ai minatori italianio morti nel Dopoguerra nelle miniere belghe di Marcinelle, al "VI festival de Teatro Santa Cruz de la Sierra"

"Via, epopea di una migrazione", spettacolo ideato della Compagnia Koreja di Lecce varca l'Oceano ed arriva in Bolivia, dove il gruppo teatrale parteciperà domenica 22 e lunedì 23 aprile al "VI festival de Teatro Santa Cruz de la Sierra" organizzato dall'Association pro-arte y Cultura. La due rappresentazioni si terranno presso i teatri Divina Comedia e Aeci di Santa Cruz.

"Via" è una ritratto dai forti risvolti politici e sociali: dedicato ai minatori morti nelle miniere di Marcinelle in Belgio nel Dopuguerra, lo spettacolo parte dai nomi delle strade di un qualsiasi paese salentino fino a divenire la narrazione di una migrazione esemplare. In scena due sedie e due attori. Storia di un mondo semplice: in superficie le vie, che si perdono nei vicoli e nelle corti, sotto terra le gallerie, che si rimpiccioliscono in cunicoli alti anche solo trenta centimetri.


Ideazione e progetto sono di Fabrizio Saccomanno e Stefano De Santis, drammaturgia e regia di Fabrizio Saccomanno. Interpreti: Fabrizio Saccomanno e Cristina Mileti. Consulenza artistica: Salvatore Tramacere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La compagnia Koreja varca l'Oceano e arriva in Bolivia

LeccePrima è in caricamento