Eventi

La solidarietà si tinge di “rosso”: Ferrari per i piccoli pazienti di Oncoematologia

Il rombo delle famose auto nel parcheggio del Polo oncologico di Lecce. Una originale festa, per un momento di spensieratezza

LECCE - Sorrisi, gioia e il rombo dei motori Ferrari. Per circa un’ora, in mattinata, il parcheggio del Polo oncologico di Lecce si è trasformato in un paddock, con quindici fiammanti dream car che hanno conquistato tutti. Grandi e piccini, medici, infermieri, genitori e piccoli pazienti dell’Oncoematologia pediatrica. Un momento di spensieratezza regalata dai soci del “Ferrari Club Passione Rossa” di Roma che, sino a domenica, saranno nel Salento per un tour. Le “rosse” di Maranello si sono lasciate ammirare, toccare e “ascoltare”. E qualcuno si è anche accomodato dentro – primario compreso - per provare l’ebbrezza di un breve giro su una fiammante Ferrari, al fianco naturalmente degli esperti soci del club presieduto da Fabio Barone.

Visibilmente emozionati anche loro per questa parentesi, inusuale ma graditissima, tra i camici bianchi di un Ospedale: “Dove – ha ricordato il direttore Assunta Tornesello - i nostri pazienti spesso hanno la sensazione di perdere un pezzo della loro quotidianità”. “Ma eventi come questi – ha sottolineato ancora – aiutano il nostro lavoro e soprattutto danno forza ai nostri pazienti, ai quali regalano energia e forti emozioni, come gocce d’acqua per piantine bisognose di essere rivitalizzate: una giornata indimenticabile che resterà a lungo negli occhi dei bambini dell’Oncoematologia”.

Una originale festa, insomma, a cui si è unito idealmente il direttore generale della Asl di Lecce, Ottavio Narracci, che ha voluto ringraziare il Ferrari Club per lo spirito solidale con cui ha saputo trasformare una normale mattina nel Polo oncologico in una giornata speciale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La solidarietà si tinge di “rosso”: Ferrari per i piccoli pazienti di Oncoematologia

LeccePrima è in caricamento