Domenica, 1 Agosto 2021
Eventi

La taranta di Meltin'pot

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Una "zagareddhra" gialla è il simbolo del video promozionale della collezione MELTIN'POT creata per l'Orchestra Popolare de "La Notte della Taranta".

Oltre alla musica e la danza, il terzo elemento magico nel rito coreutico di guarigione delle tarantate erano, infatti, i colori. Ancora oggi presenti in tutte le feste patronali del Salento, si trovano le zagareddhre, nastri colorati, legati anche ai tamburelli, che venivano agitati intorno alla tarantata, per identificare il colore di disturbo, e quindi strapparlo per farla guarire.

Girato nell'ex Tabacchificio di Matino, dal regista Gabriele Surdo, il video ritrae una giovane donna che non balla più su un campo di grano ma sulla calce bianca che richiama i versi di Vittorio Bodini "Tu non conosci il Sud, le case di calce da cui uscivamo al sole come numeri dalla faccia d'un dado". Una donna dinamica e moderna, cittadina del mondo, balla, vestita in denim, al ritmo di una terzina composta da Surdo e dal dj Carlo Toma con richiami al rock folk degli anni '70. E' il colore giallo, identificativo di Meltin'Pot, ad avvolgere e fasciare la giovane donna. Come una "zagareddhra", il nastro giallo conclude la danza liberatoria, interpretazione in chiave moderna dell'antico rito terapeutico.

Meltin'Pot quest'anno vestirà l'Orchestra Popolare de "La Notte della Taranta" e la T-shirt disegnata per l'occasione sarà distribuita in tutti i negozi dove è presente la nuova collezione dell'azienda di Augusto Romano.

Questo il link del video https://vimeo.com/72275023

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LeccePrima è in caricamento