Eventi

Libri in riva al mare: al Lido York si presenta "Lascia stare la gallina"

Presso lo stabilimento di San Cataldo, mercoledì 19 agosto alle 20.30, incontro con Daniele Rielli. Conosciuto anche come Quit the doner, è uno degli autori più affermati del momento: il suo libro ambientato in un Salento pieno di contraddizioni

Daniele Rielli.

SAN CATALDO (Lecce) – Un romanzo ambientato nel Salento, ma senza la glorificazione retorica delle sue bellezze. Anzi, costruito su una trama che ne esalta le contraddizioni e che illumina gli angoli rimasti al buio. Mercoledì agosto, alle 20.30, è in programma presso il lido York di San Cataldo la presentazione di Lascia stare la gallina (Bompiani), di Daniele Rielli.

L’autore conosciuto anche con lo pseudonimo di Quit the doner, è nato nel 1982. Ha realizzato reportage narrativi per “Il Venerdì di Repubblica”, “Internazionale” e “Riders”. Scrive storie per la televisione e il teatro. Laureato in filosofia, ha collaborato anche con “Vice” e “Linkiesta” diventando uno degli autori più noti di long-form journalism italiano. Nel 2013 ha vinto il Mia Award per il miglior articolo italiano e nel 2014 ha pubblicato con Indiana Editore Quitaly, raccolta dei suoi reportage. I suoi lavori sono riuniti su www.quitthedoner.com, uno dei siti autoriali più seguiti d’Italia.

Lascia stare la gallina è un  libro ambientato in Salento, ma non il Salento da cartolina, quello per intenderci " de lu sule, lu mare e lu ientu" ( e aggiungiamo della pizzica). Quello di Daniele Rielli é il Salento vero, con tutte le sue problematiche e le sue contraddizioni. Ci sono anche politici e poliziotti corrotti, tossici, spacciatori, gente che non ha niente da perdere o che ha già perso tutto. Tra tutti spiccano  le figure di Salvatore Petrachi detto Totò, l'anti eroe fedele solo a se stesso e ai suoi princípi guidato dal cinismo  e dalla pulsione al dominio.

Con uno sguardo atipico nel panorama italiano, lucido, disincantato ma anche pieno di vitalità, Daniele Rielli alterna stili e registri fra loro molto diversi che variano dal dramma a momenti di grande ilarità. Il risultato è un romanzo polifonico in cui la narrazione dei giochi di potere nella provincia italiana, in crisi ma ancora saldamente in mano a piccoli gruppi d’interesse, si rivela pretesto per raccontare l’indistricabile rapporto fra vita e male.

L'incontro è organizzato da Libreria Palmieri e sarà condotto da Teo Pepe mentre Giovanni Carrozzini leggerà alcuni brani del romanzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libri in riva al mare: al Lido York si presenta "Lascia stare la gallina"

LeccePrima è in caricamento