Giovedì, 23 Settembre 2021
Eventi

Le Sud Est arrivano fino a Roma. In mostra all'Eliseo

La personale del fotografo copertinese Simon Palma apre la sezione 2007/08 della manifestazione "Drink' in Art" nelle sale del prestigioso teatro della Capitale. Ventuno scatti di terra salentina

IMG 4794 Otranto-4

I binari delle Ferrovie sud est "raddoppiano" sino alla Capitale. E grazie ad un macchinista d'eccezione, il giovane fotografo copertinese Simon Palma, marciano spediti proprio su Roma. Parla infatti salentino la nuova edizione 2007/08 della prestigiosa manifestazione artistico-culturale "Drink'in Art" che si svolge, come tradizione vuole, nella sale del suggestivo teatro Eliseo di via Nazionale in quel di Roma. Sono infatti gli scatti del fotografo copertinese Simon Palma a fare da cornice dal 4 al 24 novembre, nei foyer dello storico teatro romano, alla rassegna strutturata in quattro settori artistici: Performance, Teatro, Musica, Fotografia&è Letterario, organizzata dalla società cooperativa ForFour. Oltre venti le opere di Simon Palma in mostra che dal 4 novembre in poi faranno da apripista agli appuntamenti culturali della manifestazione giunta ormai alla sua quarta edizione. La personale, dal titolo "Ferrovie Sud Est-viaggio nel tempo", segue il percorso iconografico tracciato dal giovane fotografo di Copertino (formatosi all'Accademia di fotografia di Jhonn Kaverash di Milano) già in occasione delle iniziative legate al cartellone degli appuntamenti di ItinerarioRosa 2007, promosso dal Comune di Lecce nel marzo scorso, e nel quale aveva partecipato, con considerevole consenso della critica specializzata, con la mostra fotografica "Luoghi&percorsi" nell'ambito della rassegna "Il Vissuto nelle immagini" organizzata dall'associa-zione Casello13-Sui binari della Cultura.

Nei foyer del teatro Eliseo sarà possibile visitare l'evoluzione di quella personale con l'esposizione degli scatti di Palma dedicati alla staticità e dinamicità del tempo che scorre, ma che viene fermato nell'istante immoto e immobile di un click e di un flash. Un itinerario che corre tra i binari della vita e dell'attimo fuggente incastonati tra treni, rotaie e donne casellanti. Un elogio al bianco e nero, finemente oltraggiato dalla magia di particolari fiammeggianti come i rossi accessi dei drappi delle danzatrici di pizzica salentina.

Drink'in Art è un progetto che accompagna il cartellone del Teatro Eliseo e che, nei tempi e negli spazi "non teatrali" e attraverso collaborazioni con altre realtà culturali della città (e non solo), porta avanti una proposta artistica propria. L'obiettivo è quello dell'intrattenimento artistico e culturale all'interno di uno dei più importanti teatri della capitale, ma con un occhio di riguardo per gli artisti giovani o per le realtà artistiche nuove. Una vetrina che mette in mostra una creatività in fermento, che ha la necessità di esporsi e di esporre la propria vitalità. L'occasione è la possibilità di andare a teatro e bere un aperitivo in un salotto confortevole e in un'atmosfera accogliente senza dover pagare alcun biglietto. L'ingresso è infatti rigorosamente libero. L'edizione di quest'anno in particolare mette in evidenza musica e recitazione attraverso l'alternarsi di concerti live e corti teatrali e/o di cabaret. In più ogni evento performativo è accompagnato dall'inaugurazione di una mostra fotografica o pittorica che resterà in esposizione nei foyer del teatro Eliseo per circa due settimane. E con le fotografie di Palma un pezzo di Salento si trasferisce per quindici giorni nella dolce vita romana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Sud Est arrivano fino a Roma. In mostra all'Eliseo

LeccePrima è in caricamento