Lecce in festa: La Municipal, Puccia degli Après la Classe e speciale quiz su Sant’Oronzo

Serata conclusiva per i festeggiamenti dei santi patroni di Lecce. Oltre ai noti musicisti, anche una gara a premi su storia e tradizioni cittadine

Un'immagine del palco in piazza Sant'Oronzo

LECCE- Esplosione di luci e di note per lo spettacolo conclusivo che chiuderà i tre giorni di festeggiamenti in onore dei santi patroni di Lecce. A partire dalle 21,30, infatti, si esibirà sul palco il noto duo “La Municipàl”, nato da un'idea del 30enne salentino Carmine Tundo, scoperto dal produttore Corrado Rustici e supportato da Caterina Caselli, vincitore nel 2010 di Sanremolabe tra i protagonisti nello stesso anno di Sanremo Giovani 2010. Con la sua band ha aperto i concerti di Subsonica,Niccolò Fabi, Roberto Angelini e tanti altri e condiviso il palco con numerosi artisti, da Skunk anansie a  Daniele Silvestri. I musicisti saranno presentati dalla giornalista salentina Daniela Panzera Salomi, alla quel toccherà anche consegnare i buoni regalo del premio a cura di Ottica Salomi.

Per gareggiare le regole sono semplici: è necessario conoscere la storia di Sant’Oronzo. Dal palco infatti saranno poste alcune domande ai presenti sulla biografia del santo patrono e sulla tradizione e la storia. L'appuntamento costituirà anche occasione inedita per approfondire e divulgare le notizie e gli aneddoti legati ad una festività che affonda le sue radici nel sedicesimo, sebbene il culto del Santo abbia, com'è noto, origini antecedenti. Sarà data vita quindi ad una 'gara' di conoscenza sulla storia e le origini della tradizione. Alle 22,30, inoltre, il lungo spettacolo di "Io Te e Puccia", la band interamente salentina che nasce nel 2011, tra la curiosità e l'interesse dei più su iniziativa di  Marco Perrone, conosciuto dal grande pubblico come Puccia, il noto cantante e fisarmonicista degli Après La Classe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Autore di Mammalitaliani e La luna cadrà, con cui raggiunge i primi posti nelle classifiche italiane, Puccia mette in scena un progetto nuovo e dal taglio folk. Io, Te e Puccia ripropone in chiave moderna i grandi classici della canzone salentina e non, passando dal grande Bruno Petrachi, al tango di piazzolla, dal poliedrico Renzo Arbore al suo grande maestro Pino Zimba, rispettandone l'autenticità. Forte l'impatto scenico grazie alla band composta da 5 musicisti salentini già noti nel panorama musicale nazionale: Manu Pagliara e Mike Minerva (chitarrista e bassista degli Aretuska e dei Bundamove), Gabriele Blandini (trombettista dei Bundamove e dei Coolsteppers), Gianmarco Serra (batterista dei Coolsteppers e dei Papa Chango) ed Edo Zimba (tamburellista degli Zimbaria).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento