Tarantarte presenta il corso di pizzica e danze popolari del Sud

Prosegue l'articolata programmazione del progetto Dama, danze e musiche dal Salento a cura dell’associazione TarantarteDal 4 febbraio al 31 marzo nelle sale di Palazzo Turrisi Palumbo a Lecce nuovo appuntamento (ogni giovedì, doppio turno alle 19 e alle 20) con il corso di “Pizzica pizzica e danze popolari del Sud Italia” a cura di Laura de Ronzo.

Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliano avvicinarsi al mondo delle danze del sud Italia, pur non avendo precedenti studi musicali o di danza. Si approfondirà la conoscenza dei balli trattati, la loro storia, origini e differenze.Il corso verterà prevalentemente sullo studio della pizzica pizzica e accenni alle altre tarantelle del sud Italia, tra cui: tarantella carpinese (Gargano), sonu a ballu (tarantella calabrese) , ballo sul tamburo (tammurriate campane) e altri balli allacciati.

Il metodo di studio, elaborato da diversi anni dalla scuola Tarantarte, prevede un iniziale esercizio di ascolto del proprio corpo e di scoperta delle possibilità di movimento di ciascuno, per poi mettere in relazione il proprio movimento con l’altro e con il gruppo. L’obiettivo è di condurre gli allievi a riscoprire e valorizzare forme di ballo tradizionale e farne proprie le figure, la storia e la gestualità, rintracciandone il significato originario di condivisione e di festa. La pizzica pizzica è una musica, un ballo, una tradizione. Un tempo si ballava in occasioni familiari o nelle feste della comunità, in coppia tra persone dello stesso sesso o tra uomo e donna.

A differenza di quanto si pensa dunque, la pizzica non è solo un ballo di corteggiamento. Poteva infatti assumere diverse valenze, di divertimento, di scherno, di sfida (tra uomini soprattutto). La musica della pizzica pizzica veniva utilizzata anche nel rito etnocoreutico del tarantismo, e la storia del morso mitico della taranta continua ad affascinare ancora oggi studiosi e danzatori. La pizzica pizzica, fatta di piccoli passi scanditi dal ritmo terzinato del tamburello, è un ballo ricco di figure e simbolismi, legati al mondo contadino di un tempo e al mondo mediterraneo da cui attinge la stessa radice. L'obiettivo del corso è quello di condurre gli allievi a riscoprire e valorizzare forme di ballo tradizionale sopravvissute fino a noi e farne proprie le figure, la storia e la gestualità.

Il corso è gratuito per gli under 35 (15 euro il costo della tessera annuale per la copertura assicurativa); per tutti gli altri il corso avrà il costo di 35 euro (oltre al costo della tessera annuale). La prenotazione (20 partecipanti per ogni turno) è obbligatoria all'indirizzo info@damasalento.it o ai numeri 349 2561471 - 3295896245.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Corsi, potrebbe interessarti

  • Barroccio ospita "Coro a coro": laboratorio di canto polifonico

    • 21 settembre 2020
    • Il Barroccio
  • Corso gratuito di formazione per operatori della ristorazione

    • Gratis
    • dal 22 settembre al 31 dicembre 2020
    • Agenzia Formativa Ulisse

I più visti

  • “Clown”: la mostra di Franco Baldassarre

    • dal 20 giugno al 30 settembre 2020
    • Castello Aragonese
  • Pranzo e cena in agriturismo

    • Gratis
    • dal 20 febbraio al 31 ottobre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • La mostra di Pietro Guida al Castello di Copertino

    • dal 14 luglio al 19 settembre 2020
    • Castello di Copertino
  • Cena in un agriturismo salentino

    • Gratis
    • dal 19 giugno al 30 settembre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    LeccePrima è in caricamento