Eventi

Lecce saluta il festival del cinema europeo

Ieri l'ultimo appuntamento con l'ottava edizione, che ha visto in Valeria Golino la sua madrina d'eccezione. Successo di pubblico e ragazzine letteralmente in delirio per Riccardo Scamarcio

Riccardo Scamarcio

Si è conclusa ieri l'ottava edizione del Festival del Cinema Europeo, tenutosi a Lecce presso il Cityplex Santalucia dal 17 al 22 aprile. La serata è iniziata alle 18, con la proiezione del film "Apnea"di Roberto Droit, a cui è seguito l'incontro con il protagonista, Claudio Santamaria, noto al pubblico del grande schermo per la sua interpretazione in "Romanzo Criminale": l'incontro con l'attore romano ha chiuso tutto un ciclo di appuntamenti che si sono svolti in questi giorni dedicati ai nuovi protagonisti del cinema italiano e che hanno visto la partecipazione di Valentina Cervi e Fabrizio Gifuni.

Successivamente è stato proiettato il film "La guerra di Mario", con il quale si è concluso il ciclo di pellicole dedicate alla madrina di quest'edizione del Festival, Valeria Golino, che è arrivata per la premiazione insieme al suo compagno, Riccardo Scamarcio, per il quale si era creata una delirante folla di ragazzine che hanno tenuto occupate le forze dell'ordine. Presenti alla serata anche le autorità, dal sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone al presidente della Regione Puglia Nichi Vendola.


Terminato l'omaggio alla Golino, il giornalista Gianni Minà ha presentato un documentario su Sergio Leone realizzato nel 1984, che vede la partecipazione di personaggi del calibro di Clint Eastwood, Robert De Niro, Claudia Cardinale ed Ennio Morricone. La serata si è poi conclusa con l'assegnazione del premio "Ulivo d'Oro"per il miglior film europeo, che è andato in ex equo a "Warchild" di Christian Wagner, di produzione tedesca-slovena, e a "Reprice" , film norvegese per la regia di Joachim Trier.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce saluta il festival del cinema europeo

LeccePrima è in caricamento