Eventi

Lecce solidale con i due Marò. Venerdì corteo pacifico nelle vie del centro

Una manifestazione di solidarietà, organizzata da Arcadia Lecce, per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, detenuti in India con l'accusa di aver ucciso due pescatori: si parte da Porta Napoli per chiudere in piazza Sant'Oronzo

LECCE - Una manifestazione per i due Marò anche a Lecce. Ad organizzarla per venerdì 12 aprile, alle 18, nel capoluogo salentino, con partenza da Porta Napoli (nei pressi dell'obelisco), è l'associazione Arcadia. Si tratta di un corteo per ricordare Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, detenuti in India e sotto processo con l'accusa di aver ucciso due pescatori, dopo averli scambiati per pirati.

La manifestazione dal titolo "Passeggiata di solidarietà per i figli della Patria. Salviamo i nostri Marò. Facciamoli processare in Italia" intende sostenere i due militari, al centro di un caso internazionale, che solo pochi giorni fa ha causato le dimissioni del Ministro degli Esteri Terzi. Valentino Zanzarella, presidente di Arcadia, nella nota di presentazione, parla di "una grande manifestazione di solidarietà a sostegno dei nostri Marò che adempiendo ad un incarico istituzionale, oggi a distanza di un anno, rischiano di essere illecitamente condannati in un paese dove si rischia la pena di morte, violando le norme a tutela dei diritti umani secondo cui, nessun individuo può essere consegnato ad un paese in cui sussista la pena di morte".

All'evento ha collaborato l’associazione Comitato Popolare Nuova Rudiae ed altre associazioni (Ala azzurra, Co.na.po., associazione nazionale Leoni di San Marco, Anmi, A.na.i.m., Salento in progress, A.g.u.v.u.s.), che si ritroveranno a Porta Napoli con i vari vessilli: vietata l'esposizione di insegne di partiti politici. Il corteo pacifico e civile raggiungerà Piazza Sant'Oronzo, dove verranno eseguiti l’inno d’Italia e l’inno del Battaglione San Marco e brevi allocuzioni dei Generali d’Arma presenti, dei familiari, e dei presidenti delle principali associazioni, con la preghiera guidata dal Cappellano Militare del Battaglione San Marco di Brindisi.

Zanzarella ricorda che lo scopo "puramente solidale" è quello di mobilitare l’opinione pubblica "al fine di sensibilizzare le autorità locali e nazionali a mantenere alta l’attenzione e la pressione diplomatica per esprimere tutti i tentavi utili per riportarli a casa. La manifestazione invece non ha alcuno scopo politico tant’è che è fatto divieto di partecipare al corteo con qualsiasi insegna politica (fatta eccezione per le insegne istituzionali di Stato, Comune, Provincia e Regione)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce solidale con i due Marò. Venerdì corteo pacifico nelle vie del centro

LeccePrima è in caricamento