“#hovistostelle”, poesie con hashtag nell’esordio letterario di un giornalista

Sessanta pagine di parole contemporanee nel volume di Ciro Masciullo, freelance 34enne. Disponibile in tutte le librerie Feltrinelli

La copertina del libro di Ciro Masciullo

LECCE – Quell’hashtag messo lì, non a caso, sembra quasi richiamare una stella stilizzata. Una pioggia di pixel letterari che compongono un viaggio lirico. Onirico. Originale. Sarà presentato ufficialmente giovedì 14 aprile con un evento, misterioso e speciale in diretta Facebook, “#hovistostelle, piccole poesie che si dimenticano presto”, l’esordio letterario di Ciro Masciullo, giornalista freelance, disponibile in tutte le librerie Feltrinelli e in tutti gli store digitali. #hovistostelle, scritto non a caso con l'hashtag, è una raccolta di poesie che cerca di parlare al cuore del lettore con un linguaggio sincero, semplice, contemporaneo e soprattutto condivisibile da tutti. Piccole poesie che si dimenticano presto, come recita il sottotitolo, vuole descrivere quanto oggi più che mai le parole siano sinonimo di una realtà sempre più veloce, fragile ed effimera. E’ la società liquida che fuoriesce da tutti i pori, da tutte le pagine.

Son infatti 60 quelle in cui l'autore indaga sul tema dell'amore, ma non solo, con un linguaggio contemporaneo ed eclettico, dove anche i segni giocano un ruolo fondamentale e sono considerati al pari livello delle parole. Segni grafici, massime, frasi, haiku, aforismi e rime in una contaminazione di tecniche di scrittura che cerca di dimostrare quanto la poesia sia attuale ancora oggi.

Il libro è stato lanciato da ottobre 2016 attraverso le pagine Facebook e Instagram. Alcune poesie, scritte su post-it e lasciate in vari luoghi tra cui Londra, Milano, Taranto e Bari hanno invaso paesaggi urbani, ambienti domestici e luoghi naturali per essere abbandonate lì, al tempo, allo spazio e alle persone. Fotografate e messe online sulla pagina Facebook del libro, vogliono raccontare quanto ancora oggi ci sia bisogno di poesia in un mondo che alle volte appare superficiale e poco aperto ai sentimenti. Un'azione quasi artistica per evidenziare quanto oggi siano transitorie le nostre vite e quanto casuale sia alle volte il destino che regola la quotidianità di ognuno di noi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento