Eventi

Luisa Corna: "La mia vita è fatta di pane e musica"

Semplice e bella, la showgirl che presenterà il Premio Barocco a Lecce parla della sua esperienza professionale e sogna di fare la spalla a Fiorello: "E' un grande e stiamo sulla stessa onda"

Arriva in uno dei salottini del "Tiziano" che ha appena finito una riunione con lo staff della produzione del Premio Barocco. Camicetta nera, pantaloni sinuosi rosso amaranto, tutto large quel tanto che basta per starci dentro comoda. Alle 20.30 di questa sera ha le prove sul palco nell'area dell'ex Carlo Pranzo a Lecce. Senza trucco, e sempre bellissima, Luisa Corona, showgirl poliedrica e con il chiodo fisso per la musica, si concede al taccuino di LeccePrima. "Per favore diamoci subito del tu", dice. E come no?

-Luisa, il Premio Barocco da Gallipoli si trasferisce a Lecce. Cosa pensa del cambiamento di sede?

"A dire il vero non ho seguito la vicenda, so solo che Gallipoli e Lecce sono due città in cui mi trovo benissimo. E poi il capoluogo salentino è Barocco dappertutto, è una città splendida. Sono stata tante volte in Puglia, sia per lavoro che per piacere, e devo dire che ormai sento di amare questa regione. E non mi fate tirare fuori i soliti luoghi comuni, come l'ottima cucina e tutto il resto. Amo questa terra perché qui si trova un'accoglienza straordinaria.

-Ti sei ritagliata uno spazio in "Domenica in", su Rai uno, dove il pubblico ha continuato a riconoscerti le tue doti straordinarie di cantante. Insomma, brava presentatrice ma con il chiodo fisso per la musica?

"Adoro cantare, è una cosa che mi fa stare bene, ma sono sempre più convinta che nel mio lavoro tutto quel faccio, come presentare, cantare, interpretare personaggi nel cinema e nelle fiction siano esperienze che contribuiscono, insieme, a farmi crescere professionalmente. Ma tutto è iniziato con il canto, poi è arrivata la tv. E vorrei approfondire sempre l'esperienza musicale".

-Pensi per caso pensando a un tuo nuovo disco dopo Acqua futura?

"A dire il vero sì. Ma per ora è solo un'idea. Sto pensando al materiale di cui dispongo, che immagino di assemblare in un unico lavoro".-

-Ma c'è anche Luisa Corna attrice: puoi accennare qualcosa sulla fiction che vedremo a ottobre su Rai uno?

"Interpreto il ruolo di un pubblico ministero a Roma. E' una esperienza professionale che mi sta dando molto".-

-La tua carriera è già piena di tante soddisfazioni, ma cosa ti manca ancora?

"Continuo a dire che non si finisce mai di imparare ed ogni esperienza è sempre qualcosa in più che aggiungi al tuo bagaglio professionale. Ma c'è una cosa che mi piacerebbe fare: lavorare al fianco di Fiorello. Ho grande stima nei suoi confronti, è un artista completo e lo sento sulla mia stessa onda. Mi basterebbe essere la sua spalla, magari in un programma tv".

-Giacchè ci siamo, e se ti proponessero Sanremo?


"Beh, come si fa a dire di no, quello è un punto di arrivo, il mio punto d'arrivo, visto che si tratta di un evento tutto musicale. Sarebbe il massimo per una come me, che vive di pane e musica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luisa Corna: "La mia vita è fatta di pane e musica"

LeccePrima è in caricamento