rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
La rassegna / Ortelle

“Luoghi d’Allerta”, si apre a Ortelle la diciassettesima edizione

Visite e itinerari culturali e di spettacolo a cura del Fondo Verri: libri, musica, canti, storie, poesia e performance dall’8 luglio al 23 settembre

ORTELLE - Si apre, sabato 8 luglio, alle 20, a Ortelle, nel Parco San Vito, la XVIII edizione di Luoghi d’Allerta, visite e itinerari culturali e di spettacolo a cura del Fondo Verri.

Nella serata la presentazione della collana Verriana “Il Declaro” delle edizioni Kurumuny, a cura di Simone Giorgino e il reading concerto del trio “D’Accordo” con Bruno Galeone alla fisarmonica, Daria Falco, voce e tamburi e Piero Rapanà, voce narrante.

La vicenda umana e letteraria di Antonio Verri è un sorprendente esempio di coincidenza fra vita e scrittura, testimoniata quotidianamente attraverso le poesie, le prose, l’impegno militante, le tante riviste e iniziative editoriali ideate e dirette nell’ultimo scorcio di Novecento. Nonostante sia ormai un autore di culto per una ristretta cerchia di lettori e un punto di riferimento imprescindibile per più di una generazione di scrittori e artisti, la sua opera, indisponibile da tempo, non ha ancora raggiunto un pubblico più vasto. La collana Declaro, interamente dedicata a Verri, dall’intende colmare questa lacuna riproponendo l’opera di un autore refrattario a ogni tentativo di classificazione, babelico e magmatico, approfondendone le caratteristiche peculiari e accompagnando i lettori, anche i più giovani, nell’esplorazione di un patrimonio letterario ancora tutto da scoprire.

Alla presentazione della collana, curata da Simone Giorgino, seguirà il reading concerto “D’Accordo”, un auspicio di pace che attraversa le tradizioni musicali di tutti i Sud del Mondo. Un viaggio che simbolicamente unisce la luna e il sole, in un viaggio titolato alla speranza, all’umanità e alla bellezza.

La poetica di Luoghi d’Allerta. È dal 2003 che l’associazione culturale Fondo Verri, propone con “Luoghi d’Allerta” un’esplorazione del territorio salentino con visite, itinerari culturali e di spettacolo che in questi anni hanno disegnato la mappa di un festival diffuso di voci, di storie e di visioni.

Luoghi d’Allerta con la sua programmazione intesse piccole avventure: cammini fatti di parole, di visioni, di silenzi e di stupore. Un’esperienza di “itineranza” che, sceglie di praticare una strategia di stretto contatto tra gli artisti, il pubblico e il territorio, chiamati insieme ad essere co-autori dell'accadere in un’azione comune che sempre ritrova una sua piena “connotazione culturale” cercando di dare valore al “genio locale”, portandolo all’attenzione del pubblico.

Animare i luoghi è esercizio di costanza, l’unica possibilità di mantenerli vivi sta nell’abitarli, nell’averne cura giorno dopo giorno, evento dopo evento, perseguendo una manutenzione continua, pratica e ideale.

Un luogo e la sua comunità si raccontano attraverso ciò che si è capaci di rappresentare. La responsabilità che dimostrano i cultori di storia patria nel dare ordine alle vicende di una comunità divengono nelle visite proposte con Loghi d’Allerta la linea guida di una nuova valorizzazione dei territori, in una tessitura di narrazioni che danno luce a ciò che è dimenticato. È necessario dunque raccontare e mantenere la “promessa” del racconto attraverso la divulgazione di contenuti reali capaci di coniugare il passato con il fare del presente per continuare la radice e la tradizione nel cambiamento.

 “Luoghi d’Allerta” è dunque un atto di poesia che in questi anni ha chiamato i luoghi e chi li abita ad essere attori di un racconto in divenire, costruito camminando, attraversando borghi, tratti di costa, vecchie masserie, siti archeologici, castelli e centri storici. Visite ed itinerari che hanno unito energie differenti e trasversali alla conoscenza, per celebrare il Salento, la sua particolarità, la sua bellezza, la sua storia.

Gli artisti, gli autori, gli storici, gli intellettuali, sono stati invitati in questi anni di visite ad essere i “cantori”, gli officianti di un “rito laico” che ha mischiato sensibilità e vocazioni. Un agire di linguaggi, di segni, di azioni ricco di richiami, di echi, di contenuti, di storie e di tracce che ancora nutrono. Alleati il teatro, la danza, la musica, il canto, i libri, le memorie degli “ultimi” vecchi, gli studiosi di storia locale, nello sperimentare forme di una comunicazione “sottotraccia”, acustica, diretta: la “de-crescita” di forme artistiche che, nella sovraesposizione mediatica, dettata dal Tempo, hanno perso la loro carica di interazione po-etica.

Il programma della XVIII edizione 2023 di Luoghi d’Allerta

Sabato 8 luglio, Ortelle, Parco San Vito

Il “Declaro” la collana Verriana delle edizioni Kurumuny. Reading concerto del trio “D’Accordo” con Bruno Galeone alla fisarmonica, Daria Falco, voce e tamburi e Piero Rapanà, voce narrante.

Domenica 16 luglio, Caprarica, centro storico, per “Corti in tavola”

Presentazione del libro “I trofei della citta di Guisnes” di Antonio L. Verri, con Mario Desiati, Simone Giorgino e l’editore Giovanni Chiriatti. Concerto-Recital su testi di Antonio L. Verri “Fate solo quel che v’incanta” con le voci di Piero Rapanà, Simone Franco, Simone Giorgino e i musicisti Emanuele Coluccia al pianoforte, Bruno Galeone alla fisarmonica, Davide Chiarelli batteria e percussioni, Vincenzo Grassi al clarinetto, per la voce e i canti di Daria Falco.

Sabato 22 luglio, Guagnano, centro storico, per il “Premio Terre del Negroamaro”. BanDita di e con Silvio Gioia, spettacolo di teatro d'ombre per bambini e famiglie. ViolinOrchestra di e con Francesco Del Prete violino e Emanuele Coluccia sax. G.T.G. Trio Jazz con Roberto Gagliardi, sax; Mauro Tre, pianoforte e Marco Girardi, batteria. FabulaMedBand con Daria Falco, voce e tamburelli; Bruno Galeone, fisarmonica; Marina Latorraca, tromba; Alessandro Chiga, batteria. Under Water con Caterina Palmieri e Anna Carcagnì.

Venerdì 28 luglio, Martano, centro storico, per “Cortili aperti”. Parata poetico musicale e concerto con Vincenzo Grasso, clarinetto; Bruno Galeone, fisarmonica; Marina Latorraca, tromba; Alessandro Chiga, batteria; Daria Falco, voce e tamburelli; Piero Rapanà, voce narrante.

Sabato 29 luglio, Ugento, centro storico e Nuovo Museo Archeologico. “Songs from Neptune” di e con Valerio Daniele, chitarre ed elettronica e Roberto Gagliardi, sax e armoium.

Sabato 5 agosto, Leuca, Villa Meridiana. La poesia di Giuseppe Conte, presentazione del libro “Sul terzo pianeta del Sole”, Edizioni del Pescecapone”, a seguire concerto “Under Water” con Caterina Palmieri e Anna Carcagnì.

Domenica 10 Settembre, Cursi, centro storico. Per il Fondo di Letteratura Contemporanea “Pensionante dei Saraceni” di Antonio Leonardo Verri. Concerto-recital su testi di Antonio L. Verri “Fate solo quel che v’incanta” con le voci di Piero Rapanà, Simone Franco, Simone Giorgino e i musicisti Emanuele Coluccia al pianoforte, Bruno Galeone alla fisarmonica, Davide Chiarelli batteria e percussioni, Vincenzo Grassi al clarinetto, per la voce e i canti di Daria Falco.

Venerdì 22 settembre, Salice Salentino per Comunità che legge, Convento della Visitazione. Il “Declaro” la collana Verriana delle edizioni Kurumuny, con Simone Giorgino. Concerto-recital su testi di Antonio L. Verri “Fate solo quel che v’incanta” con le voci di Piero Rapanà, Simone Franco, Simone Giorgino e i musicisti Emanuele Coluccia al pianoforte, Bruno Galeone alla fisarmonica, Davide Chiarelli batteria e percussioni, Vincenzo Grassi al clarinetto, per la voce e i canti di Daria Falco.

Sabato 23 settembre, Gallipoli, Festa Finale, all’Ecoresort Le Sirenè. Teatro con Luigi Tricarico, concerto dei FabulaMedBand con Daria Falco, voce e tamburelli; Bruno Galeone, fisarmonica; Marina Latorraca, tromba; Alessandro Chiga, batteria e gli artisti che hanno partecipato alla XVIII edizione di Luoghi d’Allerta. L’inizio delle visite è alle ore 20.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Luoghi d’Allerta”, si apre a Ortelle la diciassettesima edizione

LeccePrima è in caricamento