Eventi

“Incompleteness”, otto dipinti e due disegni di Giuseppe Ciracì fanno tappa a Lecce

Sarà inaugurata lunedì 11 luglio presso la sede del Rettorato e visitabile fino al prossimo 3 agosto. Una delle opere dell’artista brindisino sarà donata all’Università del Salento

Una delle opere dell'artista brindisino

LECCE – Per gli appassionati d’arte, un imperdibile appuntamento. Sono compresi anche otto dei suoi dipinti e due disegni, per una delle mostre estive più attese in città. Sarà inaugurata lunedì 11 luglio, presso la sede del Rettorato, “Incompleteness”, il percorso espositivo dell’artista brindisino Giuseppe Ciracì.  Visitabile fino al prossimo 3 agosto, il percorso espositivo è stato ideato nell’ambito della rassegna “Sull’arte contemporanea: metodologia e ricerca dei luoghi dell’Università”. A partire dalle 18,30, all’interno della sala di piazza Tancredi, nel cuore del capoluogo salentino, la cerimonia di “battesimo” della mostra. La selezione è stata curata da Letizia Gaeta, con la cura scientifica di Massimo Guastella, docente di Storia dell’arte contemporanea, e ideata dalla delegata del rettore alla Conoscenza, ricerca e messa in valore dei Beni culturali.

La selezione delle opere ripercorre alcune tappe significative  dell’artista della città adriatica: sarà  esposta la produzione tratta dalla serie di dipinti "Faces", avviata nel 2008, fino ad arrivare ai più recenti lavori dell'incompletezza: tre pitture e due disegni,  realizzati  tra il 2015 e il 2016. Spicca tra questi non solo per dimensione, ma per l'alta qualità compositiva, “Un’idea per San Michele Arcangelo”, nata come nata come temporanea pala d'altare del Map di Brindisi, il Museo mediterraneo dell'arte presente. La nota opera, d’accordo con il curatore Guastella, sarà donata da Ciracì all’Università del Salento, entrando a far parte, in questo modo, nella Collezione di opere d’arte visiva contemporanea costituita, sin dal 1196, dal Dipartimento di beni culturali.

Giuseppe Ciracì, attualmente  docente di Arte e immagine e di Discipline pittoriche nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, vive e lavora tra Brindisi e Milano. Nel 200, ha collaborato con i suoi dipinti al film-documentario “Sigmund Freud”, Il grande pensatore, per la regia di Ferruccio Valerio. Ha preso parte a numerose collettive e personali in Italia e all’estero, da Lecce a Roma, da Venezia a Milano, fino a Berlino e Bali, in Indonesia. Ha partecipato alla residenza artistica BoCs Art a Cosenza e alla mostra " Sotto il manto di Maria" al Museo dello Splendore di Giulianova. Ha ottenuto svariati riconoscimenti, tra cui il Premio Celeste di Catania e il Premio Pittura Zingarelli nel 2010, il Mag Prize a Milano nel 2011 e il Premio Ora a San Donà di Piave nel 2013.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Incompleteness”, otto dipinti e due disegni di Giuseppe Ciracì fanno tappa a Lecce

LeccePrima è in caricamento