Martedì, 19 Ottobre 2021
Eventi

A Lecce un'originale mostra accessibile: il primo fumetto pacifista realizzato al mondo

“Martin Luther King and the Montgomery story” è il titolo del lavoro che, a partire dal 16 e fino al 29 dicembre, potrà essere consultato presso le Manifatture Knos di Lecce. La mostra, aperta anche ai non vedenti, è incentrata sul movimento per i Diritti civili in America, in particolare sul boicottaggio dei trasporti pubblici avvenuto nel 1955

LECCE – C’è tempo fino al prossimo 29 dicembre per la prima assoluta della mostra del primo fumetto pacifista realizzato al mondo. Si tratta di “Martin Luther King and the Montgomery Story”, esposto presso le Manifatture Knos di Lecce. Realizzato nel 1956 dall’organizzazione pacifista americana Fellowship of Reconciliation e sostenuto dallo stesso Martin Luther King, il fumetto è un potentissimo esempio di come idee non convenzionali possano cambiare le regole dei giochi e come un fumetto possa diventare uno strumento di pace. Voluta e ideata nonché realizzata in versione accessibile dall’associazione di promozione sociale Poiesis, la mostra è stata creata appositamente per raccontare e diffondere il metodo della non-violenza attuato da Martin Luther King.

La mostra sarà inaugurata mercoledì 16 dicembre presso le Manifatture Knos da Rodolfo Cattani, General Secretary dello European Disability Forum, Marie-Laurel Cherel, del Dipartimento cultura della Città di Parigi, e da alcuni rifugiati dei progetti di accoglienza di Arci Lecce, insieme al sindaco di Lecce Paolo Perrone e all’assessore al Turismo Luigi Coclite. Fortemente legato agli albori della storia del movimento per i Diritti civili in America, il fumetto racconta del boicottaggio dei trasporti pubblici avvenuto nel 1955 a Montgomery, nello stato americano dell’Alabama, da parte della comunità afroamericana a seguito dell’arresto di Rosa Parks, accusata di aver violato le leggi sulla segregazione razziale rifiutandosi di cedere il proprio posto in autobus ad un bianco. Nel 1956 aiutò a far circolare idee di pace e di non violenza ma la storia di questo fumetto non si concluse allora.

For ne pubblicò una versione in spagnolo che venne distribuita in America Latina e nei successivi 60 anni apparvero diverse nuove traduzioni ad affiancare l’azione di nuovi movimenti pacifisti e non violenti nel mondo. Nel 1959 venne distribuito in Sud Africa tra coloro che resistevano al regime dell’Apartheid e si racconta che negli anni ’70 circolasse tra le fila dei giovani che erano contro la guerra in Vietnam. Certo è che nel 2006 ne fu realizzata una versione in lingua araba e farsi che fu distribuita dalla giovane attivista egiziana Dalia Ziada, nel gennaio del 2011, tra coloro che protestavano in piazza Tahrir contro il regime autoritario di Mubarak.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Lecce un'originale mostra accessibile: il primo fumetto pacifista realizzato al mondo

LeccePrima è in caricamento