Mercoledì, 29 Settembre 2021
Mostre Copertino

Copertino, Mostra d'Antiquariato fino al 7 settembre

Fino a domenica 7 Settembre il Castello Angioino di Copertino ospiterà la Mostra d'Antiquariato, manifestazione che giunge quest'anno alla sua XXII edizione. L'evento è realizzato dalla Pro-Loco

Fino a domenica 7 Settembre il Castello Angioino di Copertino ospiterà la Mostra d'Antiquariato, manifestazione che giunge quest'anno alla sua XXII edizione. L'evento è realizzato dalla Pro-Loco cittadina "Fernando Verdesca" in collaborazione con la Città di Copertino e Provincia di Lecce - Assessorato al Turismo e al Marketing Territoriale - , Unione dei Comuni Union 3, Università del Salento, Regione Puglia, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con il sostegno di Future Service srl. La Mostra d'Antiquariato è accompagnata dalle rassegne collaterali Salentini Illustri, Le Donne di Domenico Cantatore e Tra Mito e Realtà; le tre mostre saranno visitabili per tutta la durata della manifestazione e sono allestite all'interno del Castello Angioino.

Come per le scorse edizioni della settimana dell'antiquariato, il Museo Provinciale Sigismondo Castromediano di Lecce, arricchisce la manifestazione con uno speciale evento curato dal direttore Antonio Cassiano. Quest'anno il castello ospita l'allestimento della mostra Salentini Illustri, una galleria di opere dedicate a personaggi del mondo della cultura, della politica, dell'arte e della religione, che hanno dato lustro al Salento. Un tributo in forma di viaggio attraverso le biografie di Sigismondo Castromediano, del quale è esposto il ritratto ad opera di Michele Lenti; dell'artista di Gagliano del Capo Vincenzo Ciardo; di Giuseppe Desa, ovvero San Giuseppe da Copertino, "il santo dei voli"; dell'"avveduta contessa" Maria d'Enghien; di Vittorio Bodini del quale è allestito il ritratto ad opera di Lino Soppressa; dei pittori Antonio Verrio e Giovanni Andrea Coppola; del poeta latino Quinto Ennio e del tenore Tito Schipa.

A questa rassegna è collegata all'ppuntamento di domani, venerdì 5 settembre con Gioia Spaziani che leggerà i brani scritti da salentini illustri o a loro dedicati.
Le Donne di Domenico Cantatore è la mostra a cura di Carmelo Cipriani e Domenico Toto, organizzato dal Sindacato Mercanti d'Arte di Puglia, Calabria e Basilicata in collaborazione con la Pro Loco di Copertino e dall'Associazione Toto.
Ritenuto una delle personalità più significative della cosiddetta "generazione di mezzo", Domenico Cantatore (Ruvo, 1906-Parigi, 1998) è oggi inserito a pieno titolo tra i maggiori pittori contemporanei italiani, oltre ad essere naturalmente una delle glorie regionali più celebrate. All'interno della quasi centenaria attività artistica del pittore, la figura femminile costituisce un soggetto privilegiato, un filo conduttore attraverso cui identificare ed analizzare le differenti fasi della pittura cantatoriana e, con esse, quelle della pittura novecentesca italiana. La mostra si pregia di 12 opere (3 disegni e 9 olii), tutte provenienti da collezioni private, raffiguranti figure femminili ritratte tra il 1928 e il 1963 dal noto artista pugliese.

Tra Mito e Realtà, mostra a cura del pittore e critico d'arte Nicola Cesari, dedicata a Giuseppe Corrado, Simone Fersino, Rami, tre giovani artisti di diversa estrazione e in possesso di linguaggi distinti che interpretano il tema del mito e della realtà con sensibilità e originalità. Dal 3 al 6 settembre, a partire dalle 20, spazio agli eventi culturali che si svolgeranno nel cortile del Castello Angioino. Si comincia mercoledì 3 settembre con Il Gobbo di Notre Dame, musical ispirato al romanzo di Victor Hugo a cura della compagnia teatrale Scena Muta di Copertino, in scena 43 ballerini e 2 cantanti per la direzione artistica di Ivan Raganato e le coreografie di Simona Monticchio.

Notre Dame de Paris narra la storia di un amore condannato dall'ingiustizia e dall'ipocrisia, quello di Quasimodo, campanaro gobbo della cattedrale parigina, per la bella gitana Esmeralda. Su questa passione tormentata e dolorosa Scena Muta costruisce la sua particolare versione del musical: aggressiva, carnale e sfacciata seppur elegante e delicata. Perché l'amore è tutto incoerenza e logicità, calcolo e ingenuità, rose e spine...

Venerdì 5 settembre appuntamento con le suggestive letture di testi di salentini illustri, evento che rientra nella rassegna curata dal Museo Provinciale "Sigismondo Castromediano" di Lecce. Sabato 6 settembre infine il giornalista Raffaele Polo e la profesorssa Sandrina Schito presenteranno il libro "Pocomeno", nuova pubblicazione della casa editrice Lupo di Copertino. All'appuntamento interverranno Cosimo Lupo dell'omonima editrice e la giovane scrittrice copertinese Chiara Gagliano, che ha esordito con questa raccolta di componimenti poetici. La Mostra d'Antiquariato sarà visitabile dalle ore 18 alle ore 22,30. Info: Pro-Loco 0832.949010. Ingresso 4 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Copertino, Mostra d'Antiquariato fino al 7 settembre

LeccePrima è in caricamento