"Non siamo donne di facciata" a Corigliano D'Otranto

  • Dove
    Castello Volante
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 25/11/2019 al 25/11/2019
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
Carità, tolleranza, verità, giustizia, fortuna, conoscenza: a Corigliano d'Otranto, in provincia di Lecce, da sempre queste qualità sono rappresentate da sei statue di donne che dall'alto dell'imponente facciata del Castello de' Monti dominano il comune griko.
In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne l'Amministrazione Comunale di Corigliano d'Otranto insieme al Castello Volante, con il supporto di Multiservice Eco, illuminano di rosso le figure femminili del Castello per sensibilizzare e invitare alla riflessione sul tema della violenza di genere, una violazione dei diritti umani conseguenza della discriminazione contro le donne, dal punto di vista legale e pratico, e delle persistenti disuguaglianze tra uomo e donna.
Il Castello de' Monti continua a mandare messaggi al visitatore, un castello definito non a caso "parlante" perché nelle precise intenzioni del primo Duca di Corigliano Francesco Trani, che nel 1662 volle edificarne la facciata, vi era l'idea di invitare alla riflessione e alla introspezione attraverso le iscrizioni e l'iconografia che ancora oggi simboleggiano virtù e qualità che ognuno dovrebbe possedere per diventare una "persona migliore"; alcune di queste sono rappresentate da figure femminili, su di esse si punteranno i riflettori a partire dalla serata di lunedì 24 novembre per tutta la settimana, per l'occasione si tingeranno di rosso anche le panchine di "Supercinema", l'installazione a cura dell'artista Maurizio Buttazzo e Big Sur Lab realizzata in occasione della Festa di Cinema del Reale, che dalla scorsa estate è diventata un inedito spazio di incontro e socializzazione ai piedi del castello.

La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, per la prima volta, fu istituita il 17 dicembre 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Da allora, rappresenta il momento più importante dell’anno per parlare, informare e sensibilizzare su questo grave problema che riguarda tutti i Paesi del mondo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Iscrizioni aperte per "Free Patrick Zaki, prisoner of conscience"

    • dal 13 al 28 gennaio 2021

I più visti

  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • Dialogare a distanza: ciclo di incontri promosso da Storie cucite a mano

    • dal 5 dicembre 2020 al 18 gennaio 2021
    • Online
  • "I giorni dell'ombra. Diario degli occhi disarmanti"

    • dal 13 al 20 gennaio 2021
  • “Aspettando La Traviata”, miniserie originale in cinque episodi

    • 20 gennaio 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    LeccePrima è in caricamento