Mercoledì, 28 Luglio 2021
Eventi

Notte della Taranta: Concertone con Fabi e Gazzè, il festival parte da Taranto

Presentata a Roma la XVI edizione della manifestazione musicale che avrà il suo momento finale il 24 agosto. Il maestro concertatore è Giovanni Sollima. Il circuito itinerante, dal 6 al 21 agosto, si aprirà, invece, nel capoluogo ionico

Giovanni Sollima e Nichi Vendola in conferenza stampa.

ROMA - Salento e resto del mondo, terra contadina e terra di contaminazione, richiamo ancestrale e modernità, sapienza classica e innovazione, istinto e progettualità, esperienza e prospettiva, fisicità e senso del sacro, continuità e cambiamento. Quando contrario cessa di essere acerbo sinonimo di opposizione, e matura la sua forma più conciliante di complemento: integrazione. Questo il potere, il presupposto, la prospettiva della sedicesima edizione de “La Notte della Taranta”, presentata questa mattina in conferenza stampa, a Roma, presso la sede dell'Associazione della stampa estera

Presenti Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia, Silvia Godelli, assessore regionale al Mediterraneo, alla Cultura ed al Turismo, Sergio Blasi (uno degli ideatori della popolare manifestazione, Sandro Cappelletto, direttore artistico del concerto che quest’anno si terrà il 24 agosto, come sempre a Melpignao, Simona Manca, vice presidente della Provincia di Lecce e Giovanni Sollima, scelto come maestro concertatore.

“Parlare di Notte della Taranta significa parlare di Puglia – ha esordito Silvia Godelli – .Quello del Festival della Taranta è un percorso sapiente e istintivo, che parte dalla nostra Regione, attraversa l'Italia, incontra il resto del mondo, per poi tornare nuovamente a casa, in Puglia”. Un anello perfetto, un cerchio giottesco.

Sergio Blasi ha illustrato una delle novità di questa edizione, e cioè l’apertura del festival itinerante a Taranto, città in un certo senso simbolo di una rinascita che però resta sempre dietro la linea dell’orizzonte: “Taranto è il maschile di Taranta. Perciò abbiamo voluto farli fidanzare. Infatti daremo inizio al festival proprio a Taranto, anche per ricordare la cultura e i paesaggi di questa città che purtroppo spesso viene ricordata solo per l'impianto industriale”. Poi un suggestivo accenno all'essenza simbolica del ragno “che morde, avvelena: ma poi guarisce”.

Nichi Vendola ha invece parlato di “intenzione politica”. Il presidente della regione Puglia ha sottolineato più volte la sua affermazione, spiegandola per non trarre in inganno: “Bisogna innanzitutto investire su un'idea di meticciato, contro i fantasmi delle ossessioni identitarie; e bisogna anche investire sulla cultura, perché la cultura non è un parassita”.

Dulcis in fundo, la parola al maestro concertatore 2013,  Giovanni Sollima. Ultimo a parlare, senza dubbio il più emozionato, decantato da tutti i presenti al tavolo dei conferenzieri. Parole gesticolanti, sguardo appassionato, voce incostante, a tratti esplosiva, spesso strozzata. “Sto lavorando su cosa significa moderno e su come farlo venire fuori in modo naturale. Sento forte questa fisicità, ma sento anche il sentimento del sacro”. Sollima ha poi rivelato di avere ascoltato le registrazioni dell'edizione passata, ma di avere interrotto l'operazione: “Non voglio saperne troppo”.

Non sono state molte le anticipazioni sugli artisti che prenderanno parte all'evento, ma ufficiali saranno le presenze di Niccolò Fabi, Max Gazzè il ballerino Miguel Angel Berna. Dal 6 al 21 agosto il festival itinerante, tra il 6 e il 21 agosto, girerà il Salento. Poi l'attesissimo concerto finale del 24 agosto a Melpignano. Ma la “Notte della Taranta” è oramai un motore sempre acceso: Roma, New York, Portogallo, Francia, Boston, Tunisia e molte altre destinazioni sono in programma per l'Orchestra popolare, a partire dalla date del 29 giugno, proprio nella capitale, con Goran Bregovic: “Cosa è dunque accaduto alla pizzica salentina – si è chiesto Sandro Cappelletto - che fino a vent’anni fa era considerata un fenomeno marginale e residuale”?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte della Taranta: Concertone con Fabi e Gazzè, il festival parte da Taranto

LeccePrima è in caricamento