rotate-mobile
Eventi

"In grazia di Dio", le sale d’Oltralpe premiano la pellicola salentina

La pellicola di Edoardo Winspeare, interamente girata nel Salento, ha ottenuto un altro riconoscimento internazionale. E' stato, infatti, premiato dagli esercenti cinematografici francesi, durante la 37esima edizione del Festival di Villerupt

LECCE  - Altra trasferta, altro premio. Un importante riconoscimento arriva, questa volta, dalle sale d’Oltralpe. Al festival di Villerupt, in Francia, “In grazia di Dio” di Edoardo Winspeare si aggiudica il premio per il miglio film per gli esercenti cinematografici.

La storia di quattro donne, quattro generazioni che con dignità e coraggio non si fanno schiacciare dalla crisi ritornando a vivere in campagna e coltivando la terra, continua a inorgoglire i salentini, e a fare incetta di omaggi in giro per l’Europa. La kermesse francese, giunta alla 37esima edizione, si concluderà martedì prossimo.

Ma il regista Winspeare può dirsi soddisfatto ancor prima della chiusura. Dopo l'anteprima mondiale in selezione ufficiale al Festival di Berlino, la vittoria del Globo d'oro e la partecipazione nella short list per la candidatura italiana al Premio Oscar, "In grazia di Dio" un’altra bandierina è stata piazzata in terra francese.

A Villerupt ha ritirato il premio il produttore Alessandro Contessa, già produttore di “Focaccia Blues” (Nastro d’Argento, Globo d’Oro, Ciak d’Oro), e de “Il pasticciere”, con Antonio Catania ed Ennio Fantastichini.Insieme con lui, ospiti del Festival, Carlo Verdone e lo sceneggiatore de “Il capitale umano”, Francesco Bruni. Nei prossimi mesi il film uscirà nelle sale di numerosi altri Paesi: Svezia, Israele, Serbia e Montenegro, Grecia, Croazia e Bosnia, Ungheria, Polonia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Spagna, Francia, Stati Uniti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In grazia di Dio", le sale d’Oltralpe premiano la pellicola salentina

LeccePrima è in caricamento