Venerdì, 19 Luglio 2024
L'iniziativa / Taurisano

A Taurisano torna il presepe vivente dei giovani

Nel centro storico la quindicesima edizione della Natività animata da ragazzi, bambini e famiglie con alcuni eventi speciali tra cui il “Presepe del Gobbo di Notre Dame” con escursione guidata tra i campanili della Chiesa Madre della Trasfigurazione

TAURISANO - Nel centro storico di Taurisano (Lecce) torna il tradizionale appuntamento con il Presepe vivente dei giovani, giunto alla quindicesima edizione e organizzato dalla Parrocchia della Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo, con la collaborazione delle altre comunità parrocchiali della città, e con il patrocinio del Comune di Taurisano e della Provincia di Lecce. A mettere in scena la Natività saranno bambini e adolescenti insieme alle loro famiglie per un totale di 100 figuranti, più 50 volontari che garantiranno la sicurezza dell’evento.

La Sacra rappresentazione, a ingresso gratuito, è ambientata in via Regina Margherita (ingresso da Corso Umberto I, 182), dove saranno utilizzate alcune case antiche del centro storico e saranno rappresentate le scene tipiche del Salento degli antichi mestieri e attività, che richiamano, nell’immaginario collettivo, la Betlemme di duemila anni fa.

Allinterno del Presepe sarà dato ampio spazio alla degustazione dei prodotti enogastronomici salentini confermando i Presepi Viventi come attrattori turistici per la destagionalizzazione del turismo.

“Questa manifestazione”, dichiara il parroco don Gionatan De Marco, “permette da quindici anni anni di vivere una forte esperienza di comunità impegnata allaccoglienza di cittadini e turisti nel nostro borgo con una bassa attrattività turistica, ma che riesce a mostrarsi e prendere vita grazie ad eventi che ne promuovono la bellezza. Il Presepe offre a chi lo visita unesperienza di ospitalità unica in cui il mistero della rappresentazione della Natività di Gesù Cristo si unisce ad elementi della tradizione artigianale ed enogastronomica tipici del Salento”.

«Questo evento testimonia, ove ce ne fosse bisogno, che il Salento continua ad essere una terra viva in tema di tradizioni religiose e culturali», ha dichiarato il vice presidente della Provincia di Lecce Antonio Leo a margine della conferenza stampa di presentazione dell’evento il 20 dicembre a Palazzo Adorno, «il Presepe vivente di Taurisano è uno degli appuntamenti principali del periodo natalizio. Un plauso va rivolto a chi, ormai da tempo e con il solito spirito di abnegazione, riesce a realizzare tutto questo».

“Quella del Presepe Vivente è una tradizione portata avanti da decenni», ha spiegato il sindaco di Taurisano Luigi Guidano, «e che si realizza grazie al lavoro e alla partecipazione dellintera comunità che, anche attraverso questo evento, cresce e continua a scommettere sul proprio futuro”.

Gli eventi collaterali

Ledizione 2023 prevede anche altri appuntamenti che arricchiscono il calendario e le occasioni di visita: sabato 23 dicembre alle ore 19 nell’ Anfiteatro comunale l’evento Cercatori di Luce. Quando lattesa si fa incontro, con la rappresentazione dellarrivo della Sacra Famiglia a Betlemme.

Domenica 24 dicembre, vigilia di Natale, alle ore 22 da largo Santo Stefano l’evento Viene la Luce, rappresentazione della nascita di Gesù e corteo fino alla Chiesa Madre per la Messa della notte di Natale.

Sabato 6 gennaio, festa dell’Epifania, alle ore 19, in Piazza Libertà l’evento Testimoni di Luce con la rappresentazione dellarrivo dei Re Magi a Betlemme.
Allinterno del Presepe in questa edizione sarà dato molto spazio alla degustazione dei prodotti enogastronomici salentini, così come richiesto dalla programmazione turistica dellArea Interna, che ha indicato i Presepi Viventi come attrattori turistici per la destagionalizzazione dellospitalità.

Inoltre, ci saranno altri due eventi collaterali: la mostra darte I colori dellAttesa, allestita dai ragazzi dellACR (Azione Cattolica Ragazzi) in Chiesa Madre, dal 25 dicembre al 7 gennaio (apertura dalle 8 alle 20). Il concerto-meditazione Dalla parte di Giuseppe, in programma sabato 30 dicembre, alle ore 20, in Chiesa Madre, a cura della Scola Cantorum S. Stefano” di Taurisano.

Il Presepe del Gobbo di Notre-Dame

Si tratta di un originale allestimento con visita guidata alla scoperta del Presepe guidati dalle suggestione del celebre personaggio del romanzo Notre-Dame de Paris di Victor Hugo da cui sono stati tratti diversi sceneggiati e film d’animazione.

È possibile effettuare l’escursione nei seguenti giorni: dal 26 al 30 dicembre, dalle 17 alle 20, e il 2, 3, 4, 5 gennaio, dalle 17 alle 20, con visite organizzate ogni trenta minuti, per un massimo di dieci visitatori a turno. (Le visite sono garantite anche nei giorni di pioggia. È richiesto abbigliamento e scarpe comode. Necessaria la prenotazione al numero 339-7596183).

“Si tratta di una delle esperienze più magiche da vivere”, spiega il parroco don Gionatan De Marco, “unesperienza immersiva nel mistero del Natale, accompagnati dal Gobbo di Notre Dame e da Esmeralda, che guideranno gli ospiti in un percorso tra i campanili della Chiesa Madre di Taurisano, toccando con mano ciò che lumanità ha vissuto nella notte di Natale dellanno zero: liberazione, esperienza di luce e miracoli comuni saranno i temi delle tre tappe che gli ospiti vivranno lungo il percorso di salita e discesa dai campanili della Chiesa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Taurisano torna il presepe vivente dei giovani
LeccePrima è in caricamento