Venerdì, 19 Luglio 2024
Dal 1976 / Tricase

Inclusivo, tradizionale e con uno sguardo al futuro: torna il presepe vivente a Tricase

Presentata la nuova edizione della rappresentazione che dal 1976 affascina il territorio: quest’anno anche uno speciale appuntamento a Roma con alcuni figuranti accolti da papa Francesco

TRICASE - Il rispetto della tradizione, quella del presepe, e uno sguardo al futuro, grazie ai più giovani, quest’anno coinvolti in prima persona nel cuore dell’evento attraverso una challenge con le scuole del territorio: sono questi i presupposti dell’edizione 2023 del presepe vivente di Tricase, che dal 1976 affascina i suoi visitatori e col passare degli anni è sempre più diventato un carattere distintivo della città.

Nel solco della tradizione l’evento è stato presentato nel primo giorno di dicembre, in piazza Pisanelli, con le performance dei piccoli Sbandieratori dell’Istituto comprensivo “Tricase- Via Apulia”, accompagnati dalle Tamborre, e dall’esibizione della Piccola Orchestra sempre del “Via Apulia”, e dei Flauti dell’I.c. “Giovanni Pascoli”.

Dopo i saluti istituzionali del vescovo monsignor Vito Angiuli, del sindaco di Tricase Antonio De Donno e del presidente del Comitato Presepe Vivente, Andrea Morciano, sono stati presentati i costumi realizzati nei laboratori del settore moda dell’IISS “Don Tonino Bello – Nino Della Notte”, e alla cui realizzazione hanno contribuito gli studenti del triennio, seguiti nelle attività da Laura Petracca per la fase grafica di realizzazione dei bozzetti e da Luciana Politi e Maria Grazia Frisullo per la progettazione e confezione.

I docenti Bruno Micolano e Mirko Miglietta hanno, invece, condotto una terza classe delle produzioni Audiovisive, uno dei tanti indirizzi del “Don Tonino Bello”, a realizzare una serie di installazioni video site-specific, situate in alcuni settori del percorso del Presepe Vivente attraversato dai visitatori. I video propongono un focus su alcune delle tradizionali attività artigiane che storicamente rappresentavano i saperi più preziosi da tramandare. Inoltre, con la seconda classe, i professori hanno impostato un progetto di wayfinding che fornirà il percorso del presepe di una nuova segnaletica e nuove descrizioni dei punti di interesse.

Locandina presepe

Infine, in collaborazione con il liceo artistico “Nino della Notte” di Poggiardo, sotto la direzione di Maurizio Pedone, sono stati realizzati i premi e i ricordini da destinare ai vincitori e ai partecipanti all’evento. A parlare de “La storia del Presepe” Oronzo Russo. Successivamente l’atteso Annullo Filatelico con Francesco Giannuzzi, capo area della Corporate Affairs Filatelia Macro Area Sud Commerciale Puglia di Poste Italiane e la proclamazione dei vincitori del Cartolina Challenge, il concorso rivolto agli alunni delle scuole primarie e secondarie di I e II grado di Tricase per la realizzazione di cartoline a tema natalizio sottoposte al giudizio del pubblico sulla pagina Instagram del presepe vivente di Tricase. Anche le cartoline vincitrici sono oggetto di Annullo Postale a cura di Poste Italiane, partner dell’evento.

Il Presepe Vivente di Tricase è anche inclusivo: tutta la cerimonia di presentazione, a partire dai brani natalizi eseguiti dai bambini delle scuole dell’Infanzia di Via Pertini e Lucugnano (“I.c. Tricase -Via Apulia), ha visto la presenza dell'interprete LIS, Stefania Marra, dell'associazione Amici Insieme di Nardò.

Altra novità di quest’anno: sabato 16 dicembre, una nutrita rappresentanza dei figuranti del Presepe Vivente, porterà la magia di Monte Orco e della Betlemme d’Italia alla corte di Papa Francesco a Roma. Il Presepe Vivente di Tricase, infatti, è stato scelto insieme a circa altri 40 e fa parte della Città dei Presepi: tutti invitati a Roma per una sorta di “prima” davanti al Santo Padre. In giorno dopo, domenica 17, invece, arriverà a Tricase la Luce della Pace, quest’anno accolta nella parrocchia di Sant’Andrea, nel Rione di Caprarica, dove alle ore 10 si celebrerà la Santa Messa.

Il Presepe Vivente sarà aperto al pubblico nei giorni 25, 26, 28, 30 dicembre e 1, 3, 5, 6 gennaio. Il prologo, come da tradizione sarà il giorno dell’Epifania con la sfilata dei personaggi del Presepe con i Re Magi, da Piazza Pisanelli fino al Presepe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inclusivo, tradizionale e con uno sguardo al futuro: torna il presepe vivente a Tricase
LeccePrima è in caricamento