Eventi

Festa dei lavoratori: Martano rende omaggio ai cantori del Salento

Kurumuny e Comune festeggiano col documentario di Luca De Paolis, con la voce narrante di Luigi Chiriatti e la partecipazione di Antonio Castrignanò, Rocco Nigro e Luigi Marra

Alcuni degli artisti che parteciperanno.

MARTANO –  Kurumuny Edizioni e il Comune di Martano rendono omaggio ai grandi cantori del Salento e alla Festa dei Lavoratori. A partire dalle 10,30 di sabato primo maggio sarà trasmesso sulle pagine Facebook e sui canali Youtube del Comune di Martano e di Kurumuny Edizioni il documentario firmato da Luca De Paolis, prodotto dal Comune di Martano in collaborazione con Kurumuny, che celebra idealmente la Festa del Primo Maggio, nell’obiettivo di restituire un’idea di unione e condivisione in un momento in cui ogni assembramento è reso impossibile a causa della pandemia in corso.

Con la voce narrante di Luigi Chiriatti, l’interpretazione di Antonio Castrignanò e dei musicisti Rocco Nigro e Luigi Marra, il lavoro conduce lo spettatore attraverso luoghi, suoni e volti simbolo della Grecìa Salentina, della sua storia e del suo presente. Il documentario è, in primis, un doveroso omaggio a due grandi cantori recentemente scomparsi, Cosimino Chiriatti e Cici Cafaro, tra le personalità più emblematiche e rappresentative della cultura popolare dell’area grica del Salento, depositari della tradizione orale, abili stornellatori, fonti d’ispirazione per intere generazioni di musicisti. Cosimino e Cici sono stati anche assidui frequentatori della Festa del Primo Maggio a Kurumuny, ricorrenza che si è tenuta per circa un ventennio nell’omonima campagna che sorge nel comune di Martano.

La Festa dei Lavoratori a Kurumuny ha costituito un appuntamento fisso, un riferimento nel panorama delle feste popolari del territorio, all’insegna dell’incontro tra generazioni, dello scambio, dell’inclusione fino alla condivisione di cibo, musica, idee e visioni. Un grande “rito laico”, un’occasione conviviale di confronto su temi come multiculturalità, diritti dell’altro e necessità della salvaguardia delle radici. Da qui sono passate migliaia di persone e centinaia di musicisti, scrittori, danzatori, cantanti, intellettuali, politici e il premio Nobel per la Pace Rigoberta Menchú. A Kurumuny si sono riannodati i fili della memoria con un’umanità antica, di cui Cosimino e Cici erano degni rappresentanti, molto presente nell’intero territorio della Grecìa salentina e di Martano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa dei lavoratori: Martano rende omaggio ai cantori del Salento

LeccePrima è in caricamento