Mercoledì, 23 Giugno 2021
Eventi

Documentario “Eat me" sui disturbi del comportamento alimentare

Convegno nella sala angioina del castello di Copertino alle 18,30

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

COMUNICATO STAMPA

27 Maggio 2016

Proiezione del documentario "Eat Me" sui disturbi del comportamento alimentare

Sala Angioina Castello di Copertino ore 18.30

L'Associazione Fanpia e il Centro Heta di Ancona, sono unite da anni per promuovere interventi mirati nel campo dei disturbi alimentari, organizzare incontri e dibattiti utili alla sensibilizzazione del problema e colgono questa occasione per presentare il nuovo ed importante progetto "Eat Me".

EAT ME è un mediatore culturale per favorire un cambiamento nel modo di considerare il cibo e parlare dei disturbi alimentari, sintomo sempre più diffuso soprattutto tra i giovani. Promuove una diagnosi precoce perchè quando il rapporto con il cibo diventa un problema è fondamentale intervenire tempestivamente per favorire una prognosi positiva. Opera ai fini della prevenzione, sensibilizzazione e cura per aiutare giovani e famiglie a riconoscere e affrontare i disturbi alimentari.

La campagna toccherà decine di città italiane con presentazioni e incontri pubblici del documentario prodotto attraverso una ricerca visiva nata dalle testimonianze di ragazzi e famiglie coinvolte nel problema, che racconta i disturbi del comportamento alimentare con l'obiettivo di mostrare la malattia spogliandola dagli stereotipi e dando strumenti concreti di comprensione.

Diverse le iniziative in programma:

a) la proiezione del documentario sui DCA dal titolo "Eat Me", realizzato dai registidocumentaristi Ruben Lagattolla e Filippo Biagianti. Il documentario è stato pensato con l'obiettivo di offrire uno scorcio diretto ma non spettacolarizzato sui DCA. Un tentativo di abbandonare la retorica del dolore per addentrarsi nelle fitte dinamiche del problema. Lo sguardo del regista si è incrociato con quello dei pazienti e ne è nata una narrazione, intima e profonda, in cui ciascuno ha potuto raccontarsi e raccontare.

b) una campagna di crowdfunding - attiva dal 10 marzo per 90 giorni - sulla piattaforma Ulule: https://it.ulule.com/eat-me per completare il documentario al centro della campagna e sostenere le spese di produzione

c) una campagna social sempre attiva sulla pagina facebook eatmeproject e sul sito www.centroheta.it/eatme in cui artisti, protagonisti ed esperti si adoperano per sostenere il progetto.

L'appuntamento è per venerdì 27 Maggio alla Sala Angioina del Castello di Copertino alle ore18.30, con la proiezione del docu-film EAT ME e successivo dibattito con il regista e gli interventi della Dott.ssa Cristiana Santini, psicoterapeuta, psicoanalista, Federico Paino, curatore campagna Eat Me; moderatrice la Dott.ssa Paola Pastorelli.

In occasione di questo incontro dibattito sarà possibile fare delle donazioni e dare il proprio contributo al progetto.

IL CIBO E' UN ARGOMENTO CHE RIGUARDA TUTTI NOI, NESSUNO ESCLUSO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Documentario “Eat me" sui disturbi del comportamento alimentare

LeccePrima è in caricamento