rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Evento odierno / Galatina

Domus, alle residenze mensili il progetto di Candice Leonard

Appuntamento lunedì 28 novembre, a Galatina, con l’artista che presenterà “Ou snt les fanm”

GALATINA - Lunedì 28 novembre alle 18, le porte di Domus, in Arco Cadura 15, a Galatina, si aprono al pubblico per accogliere la comunità di appassionati, giornalisti, cittadini ed operatori culturali, artisti e curatori. Sono le residenze mensili del progetto Domus Artist Residency_In Residence, che fino a giugno 2023 accolgono artisti dal mondo, nella dimora storica di Galatina, sede dell’associazione Domus, un crocevia di scambi e stimoli in cui la comunità incontra progetti d’arte, cura e mobilità di artisti emergenti.

Durante lo studio visit di lunedì 28, alle 18.00 in punto, sarà presentato il progetto di Candice Leonard, giovane artista francese, nata nella splendida isola di La Reunion, sviluppato a Galatina durante il mese della sua residenza artistica, immergendosi nella città e nella sua gente, in dialogo con un gruppo di donne.

A Galatina l’artista presenterà il progetto "Ou sont les fanm", che letteralmente significa "Dove sono le donne" in creolo reunionese. È il secondo capitolo del suo corposo lavoro "Ecriture chorégraphique", una ricerca relazionale fatta di connessioni visive e di parole che si trasformano in gesti. Una condivisione e un dialogo tra un gruppo di donne diverse per età ed esperienze.

Ciò che affascina la Leonard è il processo relazionale innescato e la connessione con altre donne. Il lavoro di queste settimane ha portato l’artista a scoprire alcune delle chiese di Galatina, captando diverse suggestioni visive, narrative e di dialogo venute dalle donne incontrate.

Fotografia, parola e gesto si fondono in un processo di connessione personale tra l’artista e le persone coinvolte per creare infine un processo espressivo comune, una coreografia.

Candice Leonard si è diplomata all'Ecole Supérieure des Beaux-Arts de l'Île de la Reunion. Durante gli studi ha sviluppato un progetto personale sul concetto di corpo attraverso la psicosomatica dell'uomo e le fobie, il corpo nello spazio, ma anche del trauma e dei complessi, concentrandosi inoltre sulla memoria e sulla memoria del corpo. Si è avvicinata soprattutto a scultura e performance; i tessuti nella sua ricerca rimangono elementi portanti, con un approccio personale istintivo ed estremamente tattile. “Le mie mani – dice - sono i miei veri occhi”.

I partecipanti alle residenze, selezionati ogni mese attraverso una call pubblica internazionale, arrivano a Galatina a lavorare per un periodo di un mese negli spazi della dimora storica sede dell’associazione e a contatto con il territorio, ad un progetto in linea con le tematiche di ricerca di Domus Artist Residency.

Fondata da Romina De Novellis nel 2019 e interamente dedicata al Mediterraneo, Domus, residenza internazionale per l'arte contemporanea e la ricerca, si caratterizza per un approccio trasversale, inclusivo ed eco-femminista alle questioni di genere, all'ambiente e ai flussi migratori. La residenza utilizza i suoi spazi come luogo di condivisione, creazione di processi e dialogo, con la partecipazione di ospiti e partner internazionali. La Puglia e il suo territorio, nel cuore del Mediterraneo, rappresentano un campo di osservazione rilevante per analizzare le relazioni di cura e potere sotto il prisma della vulnerabilità umana e dell’ecologia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domus, alle residenze mensili il progetto di Candice Leonard

LeccePrima è in caricamento