Martedì, 28 Settembre 2021
Eventi Novoli

risate e riflessioni al concorso "Stefano Costa":

S'è conclusa la manifestazione alla memoria del piccolo scout novolese scomparso 11 anni fa. Coinvolti 2.000 studenti del Nord Salento. Ospite d'onore il cabarettista Franco Neri. Tema: la felicità

"Felici di procurare la felicità altrui". Con questo slogan s'è concluso ieri a Novoli, presso le Cantine De Falco, il concorso "Stefano Costa" 2007, fra momenti di spettacolo, risate, ma anche momenti di riflessione e commozione. Molto ricco il cartellone preparato dal gruppo scout novolese, ideatore e promotore dell'iniziativa patrocinata dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce, dall'Unione dei comuni del Nord Salento, dal Comune di Novoli e dalla locale Pro Loco: sul palco si sono alternati senza sosta la "Carovana dei Sempre allegri" , le ballerine del centro danza "Il Sogno" e Dance Studio, e ancora clown, trampolieri e "sputafuoco" ed il violino di Valentina Capoccello

Colori, luci e suoni hanno sottolineato i momenti più belli della serata condotta da Mary De Gennaro e Giancarlo Montingelli del format tv Co.mò di Telenorba. Ciliegina sulla torta: l'esibizione del cabarettista Franco Neri, volto noto di "Zelig Circus" e "Striscia la notizia". Alzi la mano chi non l'ha mai seguito al grido di: "Franco?oh Franco!". Il comico torinese, ospite clou della manifestazione, ha divertito gli oltre duemila spettatori presenti con le sue esilaranti gag "calabresi".

Durante le diverse fasi dello spettacolo si sono quindi alternate le cerimonie di premiazione delle due fasi del concorso dedicato al piccolo scout novolese, tragicamente deceduto nel gennaio di undici anni fa durante un'attività del gruppo. Per la sezione dedicata alla scuola primaria sono stati premiati Chiara Rollo di Veglie (3° posto), la novolese Valentina Ragione (2° posto) e Alessandro Scarmiglia di Guagnano, che nel suo disegno stile "Patch Adams" ha rappresentato "la felicità negli ospedali e i medici clown vicini a chi soffre"; toccanti anche le tematiche espresse nella sezione dedicata alla scuola secondaria, che ha visto vincitrice il "sogno in mongolfiera" di Caterina Marzo di Squinzano, seguita da Giorgia Cosma ed Elisa Rossigno.

Ultimo spazio riservato alle premiazioni è stato quello del Premio Baden Powell, ispirato all'inglese fondatore del movimento scout mondiale, che proprio quest'anno compie il suo primo centenario; per la loro azione quotidiana di volontariato a servizio dei diversamente abili, il "fazzolettone" in argento opera dell'artista novolese Antonio Quarta, è andato ai giovani volontari del Centro Sociale "Don Tonino Bello".


"E' commovente - ha commentato il capogruppo novolese Stefano Politi - pensare che i "cittadini del domani" indichino con estrema naturalezza e semplicità la strada della felicità. In tanti hanno riflettuto su questo tema come tanti sono stati gli istituti scolastici del Nord Salento che hanno aderito alla nostra iniziativa culturale, che per i prossimi anni s'impegna ad allargare il suo campo. Un ringraziamento va a questi piccoli studenti della provincia leccese capaci di farci riflettere e pensare su un tema che, molto spesso, i "grandi" evitano o mettono da parte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

risate e riflessioni al concorso "Stefano Costa":

LeccePrima è in caricamento