Domenica, 13 Giugno 2021
Eventi

“La pittora dei demoni”, in un libro Napoli e il Salento nel Seicento torbido

E' di oltre 200 pagine il nuovo libro di Antonio Errico, uscito da pochi giorni. Sarà presentato sabato 15 presso l'Accademia delle Belle Arti di Lecce, e interpretato da una voce narrante e performer. All'origine della storia, complessa, un disegno che custodisce un segreto. Un viaggio tra inferi ed espiazioni

La copertina del libro

LECCE - Due storie si incrociano: un uomo e una donna si incontrano, si innamorano, si perdono, si cercano in due vite separate e due destini inseparabili, fra intrecci e sortilegi, misteri e miserie che stringono Napoli e il Salento nel tempo di un Seicento inquieto e torbido.

E’ questa la storia che si snoda in mille itinerari  dell’animo umano nel nuovo romanzo di Antonio Errico, che sarà presentato nel pomeriggio di sabato 15, presso l’Accademia delle Belle Arti di Lecce. Nelle pagine edite da Manni, lei dipinge demoni in una chiesa sconsacrata per svelare un segreto nascosto in un disegno, per espiare  una colpa che l’accompagna, implacabile. Lui è un violinista la cui musica affascina potenti e disperati, sprofondato nel suo passato che lo richiama e lo tormenta.

Lui e lei sono travolti da una smaniosa passione per l’arte, da una tenera tragedia d’amore. “La pittora dei demoni”, fresco d’uscita, è un viaggio di oltre 200 pagine che Errico, dirigente scolastico in un liceo del Salento, presenterà tra una settimana. Oltre all’autore, collaboratore di quotidiani e riviste, e “padre” di diverse altre pubblicazioni, interverranno anche Claudio Delli Santi, Giuliana Paciolla (voce narrante), Alberto Corrado Pezzuto (violino e performer), Maria Lavinia Antonaci (vocalista), Teo Pepe e Claudia Presicce (interpretazioni) e Gianluigi Antonaci (drammaturgia sonora).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La pittora dei demoni”, in un libro Napoli e il Salento nel Seicento torbido

LeccePrima è in caricamento