Riparte Borgoinfesta: al via la 14esima edizione

  • Dove
    Borgagne
    Indirizzo non disponibile
    Melendugno
  • Quando
    Dal 01/06/2018 al 03/06/2018
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Domani, venerdì 1 giugno, prenderà il via la 14esima edizione di Borgoinfesta, appuntamento fisso che apre l’estate salentina all’insegna del vivere sostenibile, del confronto e dello scambio interculturale accogliendo spunti e aprendo al dialogo con gli intenti che contraddistinguono l’evento sin dalla prima edizione: uguaglianza, sostenibilità, rINvoluzione a partire dalla terra.

Dall’1 al 3 giugno, l’APS Ngracalati torna a promuovere il festival eco-culturale Borgoinfesta, finestra esposta ai Sud del mondo che tende l’orecchio e il cuore alle voci di terra. 
La 
XIV edizione, ricchissima di appuntamenti che spaziano dalle esplorazioni musicali a quelle artistiche, presenta un programma rinnovato e ampliato per accogliere nuovi progetti e consolidare quelli che hanno fatto del festival un evento unico nel suo genere.

Il piccolo centro storico, il frantoio ipogeo, le corti caratteristiche e le masserie tutt’intorno che formano il Borgo Autentico d’Italia, quest’anno saranno il palcoscenico diffuso di un doppio festival: a Borgoinfesta, per la prima volta, si affianca la prima edizione di una nuova manifestazione che guarda agli stessi valori attraverso l’occhio di registi e videomaker di tutta Italia e non solo. 
Off, Ortometraggi Film Festival, è la nuova creatura che darà voce alle grida di terra mediante un concorso di cortometraggi a tema ambientale che saranno giudicati da una giuria di livello che ne selezionerà i corti finalisti che saranno visionati e infine premiati nelle tre giornate del festival. 
 

A cura di Peppino Ciraci e Carlo Conversano, dall’1 al 3 giugno, ogni sera presso Largo Castello Petraroli, si darà spazio alla proiezione dei corti finalisti fino alla premiazione finale che si terrà domenica 3 giugno al cospetto della giuria composta da Marco Giusti (critico cinematografico e autore tv), Alessandro Gaeta (giornalista Rai), Umberto Ferrari (critico cinematografico), Salvatore Aloise (giornalista de Le Monde), Franco Ungaro (Direttore AMA), Peppino Ciraci (producer) e Gianluigi De Stefano (giornalista e autore tv). 

In contemporanea, la programmazione di Bif continuerà a scorrere promuovendo i vari tasselli che lo compongono: comincia con 
BorgoiIncanto la prima serata, venerdì 1 giugno, che dà il via a nuove esperienze musicali coniugando la musica trap a quella tradizionale nel progetto ideato da Moreno Turi, in arte Emenél, cantante e producer che porta sul palco di piazza Sant’Antonio “La Trappola”, un contest per giovani rapper che si sfideranno a suon di beat creati da suoni e canti della nostra terra sui quali si esprimeranno liberamente con parole di denuncia o semplicemente d’amore per le proprie radici e, a seguire, “Il Tresset”, un dj set creato esclusivamente per Bif da Emenél e ispirato al gioco di carte tressette nel quale si incrociano sound di nuova generazione a musiche popolari fusi con sintetizzatori e loops psichedelici.

La serata di sabato 2 giugno si apre con “Raccattastorie”, il progetto musicale di Max Vigneri con Josh Chiriatti, Egidio Presicce e Carlo Starace che racconta, attraverso le sue canzoni d’autore, piccole e grandi storie di vita ordinaria.

Tra i progetti ormai consolidati e particolarmente attesi, nella stessa serata di sabato 2 giugno, torna la Notte delle 100 Chitarre che, alla sua IV edizione, porta con sé un carico di energia e vitalità per le strade del paese. Capitanata da Luca Morino, l’orchestra spontanea composta da chitarristi professionisti o semplici appassionati quest’anno si arricchisce di una strofa inedita accompagnata dalla voce di Stefania Morciano, dalla fisarmonica di Roberto Corciulo e dalla partecipazione straordinaria della formazione “D’amorë e dë sdegnë”. Quest’ultima formazione poi, a fine serata, porterà in piazza canti e balli delle Puglie in un clima conviviale e festoso che unirà i musicisti del Gargano e della Murgia meridionale al Salento.

Domenica 3 giugno, il gran finale di Borgoinfesta sarà affidato all’orchestra sperimentale Unzap Zap Bif Band che, diretta dal maestro Luigi Morleo, porta sul palco la voce e il suono del mondo agricolo con strumenti e attrezzi da lavoro a formare un ensemble di musica popolare contadina e, a seguire, al gruppo di virtuosi musicisti provenienti dalla Grecìa Salentina, il progetto Ghetonìa diretto da Roberto Licci, già componente del Canzoniere Grecanico Salentino, nel quale si intersecano i canti e le melodie tra le due sponde dell’Adriatico.

Oltre agli eventi musicali, nei tre giorni sempre più attenzione viene riservata a Borgo Laboratori, Scampagnate ed Escursioni che proporrà, ogni giorno, un’esperienza diversa, anche grazie al sostegno del Comune di Melendugno, come il laboratorio “Panini e canisci” a cura dell’artigiano Bruno De Carlo, la passeggiata nel borgo con La Scatola di Latta a cura di Wilma Vedruccio e Franco Ungaro, lo stage di tarantella e pizzica pizzica con Giovanni Amati e Rosario Nido, l’escursione nel sito archeologico di Roca Vecchia e l’emozionante gita in barca tra i faraglioni di Torre Sant’Andrea e la costa adriatica. 
 

Immancabile anche lo spazio culturale di Borgo Narrante che, a cura di Wilma Vedruccio, esplora i racconti di terra attraverso le voci del territorio. Fortissima anche la componente artistica conBorgoArte che si esprime in più correnti con “La traccia d’oro a Borgagne”, opera di Tarshito interpretata dalla voce di Tiziana Portorghese e la musica di Francesco Palazzo, la mostra “Maternità” di Giovanni Scupola presso la Chiesa Madre, “Legami” di Pietro Frigerio presso la Cappella del Rosario e “Landscape Refrain”, le esplorazioni fotografiche e pittoriche di Antonio Bonatesta e Federica Piccinni presso il frantotio semipogeo. 
 

Confermato anche lo spazio “Grida di terra” a cura di Franco Ungaro nel quale si alterneranno interlocutori e gridatori diversi per far sentire la propria voce e condividere desideri e afflizioni della nostra terra: da Giovanni Guarino a Stefano Martella fino al Movimento No Tap che porterà a Borgoinfesta una tappa di United Beyond Gas Tour, facendo sentire forte e chiaro le voci di resistenza dall’America Latina all’Europa contro le fonti fossili.

Grazie a Franco Ungaro, ritorna anche la collaborazione con l’Accademia Mediterranea dell’Attore, AMA, che accompagnerà l’esperienza di “Cibi che fanno comunità” presso Vico Sant’Antonio.
I piatti della tradizione della comunità di Borgagne e del Salento, altro elemento persistente e imprescindibile del festival, saranno al centro di 
BorgoGusto, presso Largo Santa Croce, dove le bancarelle del gusto presenteranno le tipicità culinarie all’odor di terra.

Tanti sono i progetti collaterali e gli eventi interni a Bif e Off, ancor più sfaccettati e delineati nella XIV edizione, della quale parleranno a tutta Italia e non solo gli illustri giornalisti ospiti dell’educational tour finanziato dalla Regione Puglia in ottica di una destagionalizzazione della proposta turistica e cofinanziato dal Comune di Melendugno. Dall’1 al 3 giugno, infatti, giornalisti, autori televisivi, critici e opinion leader saranno ospiti del Borgo per assaporarne la vita, respirarne gli odori e godere del patrimonio naturalistico e culturale di questo territorio condividendolo a mezzo stampa con i loro territori di competenza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Sagre, potrebbe interessarti

I più visti

  • Pranzo e cena in agriturismo

    • Gratis
    • dal 20 febbraio al 31 ottobre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • “Clown”: la mostra di Franco Baldassarre

    • dal 20 giugno al 30 settembre 2020
    • Castello Aragonese
  • Cena in un agriturismo salentino

    • Gratis
    • dal 19 giugno al 30 settembre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    LeccePrima è in caricamento