Al via la "Festa te lu mieru"

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Carpignano Salentino
  • Quando
    Dal 05/09/2014 al 07/09/2014
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
Foto dalla pagina di Facebook de la "Festa de lu lieru"

Carpignano Salentino è un piccolo paese facente parte della provincia di Lecce di circa 3.000 abitanti, situato a 16 Km da Otranto. Trattasi di un suggestivo paesello dove antico e moderno convivono armoniosamente e dove si svolgono ogni anno importanti manifestazioni a carattere religioso e commerciale, cui, per ultima si è aggiunta la “Festa Te Lu Mieru”.

Nel 1974 con l’arrivo in paese dell’Odin Teatreth prese vita l’idea di creare qualcosa di nuovo, grazie anche al gruppo di studio teatrale guidato da Eugenio Barba, il quale, diede impulso al cosiddetto “Baratto” ovvero lo scambio di qualcosa tra diverse comunità; nel nostro caso lo scambio avvenne tra la popolazione Carpignanese che offriva beni di qualsiasi genere e i componenti dell’ Odin Teatreth i quali offrivano esibizioni teatrali.

Ciò detto nel 1974 mischiando i festeggiamenti religiosi in onore della Madonna delle Grazie ed il lavoro per la vendemmia i Carpignanesi pensarono bene di attuare una pubblica bevuta in piazza seguita dall’accensione di una focara: Lu Patrunu.

Successivamente, nel 1975, un gruppo di giovani carpignanesi molto volenterosi a ricordo dell’esperienza precedente si misero al lavoro e idearono una festa più articolata  più ricca e più completa che venne denominata “Festa Te Lu Mieru” della quale quest’anno ricorre 

LA QUARANTESIMA  EDIZIONE

L’iniziativa ebbe un tale successo che il popolo di Carpignano continuò a ripetere l’evento ogni anno aggiungendo sempre piccole novità e si passò da un giorno di festa a due sino a giungere ai nostri tempi ove la festa si sviluppa in tre giorni.

Col passare degli anni la festa “Te Lu Mieru” si è trasformata e da semplice sagra gastronomica è divenuta anche manifestazione culturale. La presenza di giovani artisti, infatti ha fatto incontrare i carpignanesi con l’arte e con la pittura.

In conclusione, la “Festa Te Lu Mieru” partita dalla semplice tradizione è divenuta una manifestazione ambita  e presa come modello da imitare  da tutti i paesi della provincia di Lecce   in quanto è la PRIMA  sagra nata nel Salento.

DESCRIZIONE  AREA  “FESTA TE LU MIERU”

Come da tradizione la “Festa Te Lu Mieru” si sviluppa all’interno della cornice del centro storico di Carpignano Salentino. Precisamente, come evidenziato dalla cartina allegata, la manifestazione prende corpo all’interno della Piazza Duca D’Aosta e del Largo Madonna delle Grazie.

Nei giorni della manifestazione questi spazi sono presi d’assalto da numerosi visitatori. Quest’ultimi in detti luoghi troveranno anzitutto vari monumenti di interesse storico (Cripta di Santa Cristina - Chiesetta dell’Immacolata ovvero la Congreca con l’altare di fine Settecento e con gli stalli in legno che circondano l’intera chiesa - Antiche mura di Carpignano visibili attraverso una copertura in vetro).

Nelle stesse aree i visitatori troveranno vari stand dove potranno mangiare anche comodamente seduti, dalle “pittule” alla carne arrostita, potranno bere vino, birra ecc, danzare sulle note di pizzica e musica folk; infatti in una parte della Piazza Duca D’Aosta vi sarà un palco dove si esibiranno due gruppi musicali per serata mentre nell’antistante piazza Madonna delle Grazie verrà allestito un MERCATINO VINTAGE con annesso palco dove si esibirà Tobya Lamare.  La cornice già suggestiva delle due piazze sarà resa ancora più attraente grazie alla presenza di artisti di strada e  dalla coreografia che riprenderà il tema dell’uva e di alcune costruzioni tipiche dei nostri luoghi (muretti a secco – pozzi in pietra- ecc).

DESCRIZIONE AREA DEGUSTAZIONE E ARTIGIANATO  

L’area degustazione troverà alloggio a partire da Largo Chironi (ben visibile da chi entra nel paese giungendo da Otranto – Cursi – Martano) proseguendo per un tratto di Via Roma ( strada principale che congiunge Largo Chironi alla Piazza Duca D’Aosta).

Detta area degustazione ricade nei pressi del Palazzo Chironi tutt’ora abitato nonché nei pressi del Palazzo Ducale del duca Ghezzi. Edificio imponente che si compone di un piano terra e piano sopraelevato, edificio in parte ristrutturato di grande valore storico, artistico e patrimoniale per Carpignano Salentino.

All’ingresso dello spazio degustazione si troveranno dei ragazzi che accoglieranno i visitatori.

Trattasi di uno spazio che sarà arricchito con coreografia rurale e con dei palchetti artigianali ove saranno allocate piccole orchestrine o musicisti che accompagneranno i visitatori che vorranno degustare alimenti e vino.

Proseguendo per via Roma si giunge all’area dedicata all’artigianato si è giunti così alla fine di via Roma  ove si troverà la mostra di pittura. Infatti in alcune abitazioni giovani artisti di Carpignano e non che frequentano i vari Istituti d’Arte potranno farsi conoscere esponendo le loro opere o crearne delle nuove durante la manifestazione stessa.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Sagre, potrebbe interessarti

I più visti

  • Pranzo e cena in agriturismo

    • Gratis
    • dal 20 febbraio al 31 ottobre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • “Clown”: la mostra di Franco Baldassarre

    • dal 20 giugno al 30 settembre 2020
    • Castello Aragonese
  • Cena in un agriturismo salentino

    • Gratis
    • dal 19 giugno al 30 settembre 2020
    • agriturismo santa chiara
  • La mostra di Gianni Berengo Gardin a Otranto

    • dal 16 luglio 2020 al 20 novembre 2021
    • Castello Aragonese
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    LeccePrima è in caricamento