Lino Pariota e Tony Esposito, a Guagnano, per la XI edizione del Premio "Terre del Negroamaro"

Ritorna, venerdì 9 agosto, l'appuntamento con “Terre del Negroamaro”, celebrazione del vitigno principe del Salento e contaminazione musicale con il pianista e cantante Lino Pariota e le percussioni mediterranee di Tony Esposito

Scoprire il centro storico di Guagnano è sempre un'esperienza da provare, specie nelle occasioni speciali in cui contaminazioni musicali e mondo del vino si intrecciano. Venerdì 9 agosto, si incontrano nella stessa suggestiva Piazza della Madonna del Rosario, l'XI edizione del Premio Terre del Negroamaro, organizzato da Comune di Guagnano, dal Comitato Tecnico Organizzativo e Vinoway Italia - che celebra  il vitigno principe del Salento ed i suoi produttori virtuosi - e la musica promossa dal progetto Il suono illuminato, che porta per tutta l'estate nel Nord Salento il meglio delle eserienze folk urbane e bandistiche.
Dopo  l’apertura dei banchi d’assaggio nella piazza e nelle strade del centro, in cui il grande pubblico di appassionati e addetti ai lavori potrà degustare le tante etichette da Negroamaro messe a disposizione dalle aziende partecipanti, e dopo le attese premiazioni, Sul palco si   animerà in  un concerto inedito e dalle molte contaminazioni: L’Ensemble “Terre del Negroamaro” ideata da Giampiero Perrone (Direttore artistico e sassofonista del gruppo),  incontrerà per l'occasione il pianista e cantante Lino Pariota e le contaminatissime percussioni mediterranee di Tony Esposito, da sempre percussionista di Pino Daniele e tra i protagonisti, negli anni ’70, della fervida scena musicale napoletana che si è aperta al mondo come poche.
L'orchestra è composta da 18 musicisti tra cui il sassofono è lo strumento che consente di cogliere l’essenza artistica del gruppo, utilizzandolo come strumento capace di poter suonare su registri differenti e raggiungere varie sonorità. Punto d’incontro tra generi musicali variegati il repertorio spazia dai classici internazionali, brani tratti dal repertorio lirico, colonne sonore di famosi film, musica napoletana, musica jazz e soprattutto brani (composti dai musicisti dell’orchestra), dedicati alla nostra terra salentina, capaci di pervadere il pubblico dalla sensazione di fare una passeggiata “sonora” tra le Terre Negroamaro. Nelle note echeggiano sensazioni, sapori, profumi e colori unici e proprio di queste terre salentine.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

  • Squarcio di due metri nella strada: betoniera passa, autopompa sprofonda nel vicolo

Torna su
LeccePrima è in caricamento