Sagre

Tra musica, piatti tipici e sfide piccanti il peperoncino torna a far festa

A Ruffano la quinta edizione di "Maru". Tante le iniziative collegate, per un evento accolto nel cuore del centro storico

RUFFANO – Il 2 e il 3 settembre Ruffano si trasformerà nel paese più piccante del Salento. Nessuno maligni sull’aggettivo: il piccante in questione è quello del peperoncino, festeggiato in mille modi diversi, tanti quanti sono gli usi in cucina. Ovvero, con convegni, teatro, enogastronomia, ma anche giochi e sfide, non ultima la sfida di resistenza che metterà a dura prova bocche e stomaci dei più temerari.

“Maru – Il peperoncino in festa” è una manifestazione che giunge alla quinta edizione. Questa mattina la presentazione, in conferenza stampa, a Palazzo Adorno. Due le date di festa, dunque, che copriranno l’arco del weekend in arrivo, precedute da un convegno che si svolgerà il 30 agosto.

Ruffano si prepara quindi ad accogliere, nel suo affascinante centro storico, luminarie e decorazioni a tema, tra frantoi ipogei e casette, per una ricca  esposizione di piante di  peperoncini  provenienti da ogni angolo del mondo. Come anticipo della festa, il 30 agosto, alle 18,30, in piazzetta Giangreco, si svolgerà il convegno “Dialoghi di Maru”. Saranno affrontati temi quali l’importanza del peperoncino nella dieta mediterranea, la sicurezza alimentare e la difesa del prodotto, le prospettive della ruralità e scenari del mutamento ambientale.

Nell’occasione, sarà anche presentata una ricerca sulle proprietà del peperoncino italiano e della neonata filiera nazionale del peperoncino “Pepic”. Ma non solo. Si parlerà anche di genti del Mediterraneo, fenomeni migratori, politiche sociali dell’accoglienza, interazioni tra i popoli e di gastronomia come linguaggio comune, le cultivar di peperoncino direttamente dalle aree di provenienza dei Paesi extracomunitari.

Ruffano Piazza2-2Il clou è atteso per sabato e domenica, con un ricco e “infuocato” programma. Sabato 2 settembre, i Portatori sani di sorrisi, saranno protagonisti dell’animazione per i più piccoli. E poi spettacolo di musica e danza a cura de La Fabbrica dello Spettacolo, teatro con  Fabrizio Saccomanno e Mino De Santis e il loro Trapule, Manus Band di Lucio Margiotta e a concludere Musicamanovella. Torna anche un gioco d’altri tempi, che l’anno scorso ha divertito tutti:  l’albero della cuccagna.

Domenica 3 settembre, si potrà assistere a uno show cooking organizzato da Città del Gusto di Lecce, Gambero Rosso, allo spettacolo di musica e teatro Donna Lucia, con Lucia Minutello e P40, allo spettacolo di teatro del Clown Lacoste, la musica itinerante della Misto Street Band. Nel corso della serata sarà presentato il volume “Varietà frutticole tradizionali del Salento, Biodiversità, Conservazione, Valorizzazione” di Francesco Minonne.

Prevista la musica di Simone Perrone e  Futura. Ma la grande attesa sarà per la gara di resistenza al piccante. Si dovranno  assaggiare, in ordine di grado, i peperoncini più piccanti del mondo: dal locale Varda’ncelu alle varietà più esotiche e “indiavolate” della scala Scoville. Saranno inoltre organizzate visite guidate dei principali beni culturali del centro storico, mostre, reading letterari, laboratorio di burattini, pizzica - pizzica nelle corti e workshop di ceramica.

L’evento è organizzato da  Made in Soap  in collaborazione con l’associazione Idee in Movimento, che godono del patrocinio e della partecipazione di vari enti pubblici e privati. Sarà presente inoltre il Centro di accoglienza straordinaria di Castiglione d’Otranto (Arci Lecce), con piatti e musica tipici dei Paesi di provenienza dei rifugiati ospiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra musica, piatti tipici e sfide piccanti il peperoncino torna a far festa

LeccePrima è in caricamento