rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Eventi

Salamastra. Dedicato a Gallipoli

Sarà presentato il 19 agosto nella sede dell'ANMI il nuovo libro di Carmelo Scorrano edito da Il Raggio Verde. In copertina la foto di Michele Piccinno

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

GALLIPOLI - Si intitola “Salamastra” il nuovo libro del poeta Carmelo Scorrano che sarà presentato il 19 agosto (ore 19:30 con ingresso libero) presso la sede ANMI di Gallipoli situata sul lungomare Marconi. Dopo i saluti istituzionali e l’introduzione del CV Fernando Piccinno Delegato regionale Anmi, dialogherà con l’autore la poetessa e scrittrice Nadia Marra. Modera la serata, impreziosita da interventi musicali a cura di Vincenzo Mazzone, la giornalista ed editore Antonietta Fulvio. Ancora una volta Carmelo Scorrano si cimenta nella narrazione di storie di ispirazione autobiografica ambientata nella sua amata Gallipoli.

Edito da Il Raggio Verde e con la bella immagine di copertina firmata da Michele Piccinno il libro è diviso in due parti, il lungo racconto “Salamastra” (26 capitoli) e una sezione poetica – Frazzate de poesia – con componimenti in lingua e in vernacolo gallipolino. Firma la prefazione il professore Luigi Giuncato che a proposito della scrittura di Carmelo Scorrano scrive coniando per lui la definizione di “vastasiletteratu” «le centosessanta pagine del libro rappresentano il percorso letterario che Carmelo non si stanca di testimoniare: il profondo amore per il sapere nonostante le difficoltà lessico grammaticali che incontra nel suo percorso di vita. Egli scrive sognando un mondo che non c’è intorno a sè, ma lo vede nelle immagini ideali. Parla con i gabbiani che volano sull’azzurro gallipolino che gli appartiene.»

In appendice un breve glossario per aiutare il lettore nella traduzione di termini dialettali che restituiscono al racconto autenticità e freschezza. Carmelo Scorrano è nato a Gallipoli il 2 settembre 1945. Ha lavorato presso il porto di gallipoli con la qualifica di gruista. è stato Presidente dell’Associazione nazionale Marinai d’Italia, gruppo di gallipoli dal 1988 al 1992. Rieletto nell’anno 2010 sino all’anno 2019 ha istituito il “Premio Bontà” poi tramutato in “Premio Fratelli del Mare” giunto alla XXIX^ edizione e ottenuto la intitolazione nel 1990 di una strada alla memoria del capo di 1^ classe Meccanico Emanuele Perrone Medaglia d’Argento al Valor Militare e nel 1991 l’intitolazione del Piazzale Marinai d’italia sul Lungomare Marconi. inoltre ha partecipato come collaboratore per la costruzione del Monumento dei caduti del Mare. Ha scritto e pubblicato libri di poesia in lingua e vernacolo, romanzi e commedie ottenendo numerosi premi e riconoscimenti. Nel 1997 è stato scritto nell’albo dei poeti d’Europa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salamastra. Dedicato a Gallipoli

LeccePrima è in caricamento