Nel Teatro Romano va in scena lo sciopero del sesso: tutto pronto per “Lisistrata”

Sarà inscenata martedì sera, nell’ambito della rassegna “Mitika teatro e mito nella contemporaneità”, l’irriverente commedia del drammaturgo ateniese Aristofane. Sarà portata sul palco dalla compagnia magliese “Corte dei miracoli”

Un momento dello spettacolo

LECCE  - Prosegue al Teatro Romano di Lecce la rassegna Mitika teatro e mito nella contemporaneità” diretta da Carla Guido nell’ambito del programma di Lecce capitale italiana della cultura 2015 ad opera di “Aletheia teatro” con l’amministrazione comunale leccese. Originale appuntamento quello di martedì 8 settembre: alle 21,15 andrà infatti in scena con “Lisistrata”. Si tratta di una delle più amate e irriverenti commedie del drammaturgo ateniese Aristofane, messa in scena dalla compagnia Corte dei Miracoli di Maglie con una scatenatissima banda di allievi attori diretti dal regista salentino Tonio De Nitto.

Lisistrata è una delle commedie più brillanti del genio aristofanesco capace ancora di far arrossire e crear scandalo duemilacinquecento anni dopo. In un mondo dove le guerre, anche se inutili, non scandalizzano, riconoscere e mettere alla berlina le bassezze umane e capovolgere le logiche del potere all’interno della famiglia, può creare invece imbarazzanti conseguenze. Lisistrata, antenata suffragetta, è una “generalessa” e soprattutto una sognatrice…molto pragmatica invero. Non ha mezze misure, sa come tener tutti in riga, uomini, vecchi e, prime fra tutti, le compagne ateniesi e quelle spartane. Possono le donne istituire lo sciopero del sesso per riportare la pace? Possono gli uomini resistervi?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aristofane con divertimento e amarezza ci fa credere come questo sogno sia possibile e ci porta a sfiorare il sublime con la sua poesia alta che beffeggiando, emula e raggiunge il respiro solenne dei tragici per poi pochi attimi dopo, farci ritrovare  con la faccia in una montagna di merda. Questo è Aristofane, puro slancio poetico e sana e divertente ironia sull’uomo e sulla polis di tutti i tempi. Lo spettacolo è il frutto del lavoro con gli attori non professionisti della Corte dei Miracoli di Maglie, scatenatissimi e divertentissimi senza dubbio alcuno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento